Marino-Pd, si dialoga. Verso la verifica in consiglio comunale

Roma
marino-orfini

Ancora nessuna decisione definitiva ma le posizioni restano diverse

A casa di Marco Causi ieri pomeriggio la discussione fra Ignazio Marino, Matteo Orfini, Alfonso Sabella e lo stesso Causi è andata avanti per alcune ore.

Un incontro definito utile da uno dei presenti perché “i canali si sono riaperti”. Ma non c’è nessuna decisione chiara. Marino ha chiesto una via d’uscita onorevole, senza anticipare se ritirerà o meno le dimissioni.

Ma è un nodo che a questo punto diventa relativamente importante. L’ipotesi più probabile è quella di un dibattito in consiglio comunale, molto presto, lunedì o martedì.

Di qui ad allora i partiti – il Pd in particolare – dovranno decidere lo strumento da adoperare, se una mozione di sfiducia o le dimissioni dei consiglieri, per chiudere definitivamente l’esperienza della giunta Marino. Che con ogni evidenza è giunta al capolinea.

Intanto da Cuba mentre la riunione a casa di Causi era ancora in corso Renzi da Cuba chiariva che: “La posizione del Pd è autorevolmente espressa dal presidente del partito e commissario Matteo Orfini, a lui va il mio più totale sostegno”.

Vedi anche

Altri articoli