Marino va allo scontro finale: “Voglio confrontarmi in aula”. Pd: abbiamo i numeri

Roma

Il sindaco ritira le proprie dimissioni. Dopo pochi minuti il vicesindaco Causi e l’assessore Esposito confermano le loro. Ipotesi dimissioni di massa per i consiglieri Pd

“Il luogo della democrazia è l’aula consigliare. Sono pronto a confrontarmi con la mia maggioranza, voglio una discussione chiara, aperta e trasparente”.

Mentre al Nazareno è in corso la riunione dei consiglieri comunali del Pd di Roma con il commissario romano Matteo Orfini, dal Campidoglio arriva la nota ufficiale: “Il sindaco Marino ha ritirato le dimissioni“.

La posizione che emergeva dalla riunione del Pd è quella circolata nelle ultime ore: o Marino si dimette (definitivamente) o si dimettono i consiglieri dem. Che sono 19: ne servono dunque altri 5 per ottenere l’automatico scioglimento del Comune ma nel Pd cresce l’ottimismo sulla possibilità di arrivare a quel numero.

Adesso diventa obbligata la strada delle dimissioni. I primi a consegnare la lettera con la quale confermano la loro uscita di scena sono il vicesindaco Marco Causi e l’assessore ai trasporti Stefano Esposito, pochi minuti dopo la decisione di Marino

 

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli