Lotta all’Isis, Amendola: deciderà sempre il Parlamento

Terrorismo
ISIS 2

“La coalizione sta discutendo ma in ogni caso tutto passerà per le Camere”. Parla il responsabile esteri del Pd

“Non c’è nessuno scavalcamento del Parlamento, l’eccitazione di queste ore è del tutto immotivata, le opposizioni si tranquillizzino”. Parla con Unità.tv Enzo Amendola, responsabile esteri del Pd, e fa il punto della situazione di una giornata dominata dalle indiscrezioni su un ruolo dell’Italia nell’azione militare contro la Siria, indiscrezioni rivelate dal Corriere della Sera e poi ufficialmente smentite.

– Le opposizioni dicono che il Parlamento è stato scavalcato.

” Intanto stasera c’è l’audizione dei ministri degli Esteri e della Difesa nelle competenti commissioni parlamentari. Checché ne dicano le opposizioni in tutti i passaggi che riguardano le missioni militari all’estero, il Parlamento è sempre stato coinvolto. E’ il Parlamento che decide: quando l’Italia ha aderito alla coalizione anti-Isis si votò una risoluzione il 20 agosto 2014, non votata da Lega e M5S”.

– Ma adesso cosa sta succedendo?

“Sta succedendo che la coalizione si sta interrogando sulle necessarie operazioni per fermare questa organizzazione terroristica. Che va sconfitta, altro che dialogarci come proponeva Di Battista dei Cinquestelle.L’Italia partecipa alle riunioni politiche della coalizione: se questa dovesse decidere nuove misure contro l’Isis ne discuteremo in Parlamento e lì si deciderà. Come si è sempre fatto. Ogni altra ipotesi non sta né in cielo né in terra, è chiaro che le opposizioni stanno facendo propaganda”.

– E le notizie del Corriere della Sera, peraltro smentite?

“Il Corriere della Sera parla di eventualità che tutti gli analisti conoscono, e cioè le possibili iniziative per una lotta ad ampio raggio: non solo dal punto di vista militare ma per esempio anche finanziario o a sostegno dei beni culturali, non dimentichiamoci che i terroristi stanno distruggendo Palmira”.

– In questa discussione l’Italia potrà cambiare il suo ruolo, Amendola?

– “L’Italia pensa che sia necessario che la coalizione definisca come coordinare la strategia di difesa delle popolazioni aggredite. In ogni caso, tutto quello che verrà stabilito dalla coalizione passerà attraverso una discussione in Parlamento, lo ribadisco”.

 

 

Vedi anche

Altri articoli