Lorenzin: “Nessun taglio lineare ma lotta agli sprechi”

Sanità

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin chiarisce: “Si possono recuperare dieci miliardi in cinque anni”

“Non stiamo tagliando la sanità, ma stiamo razionalizzando le spese”. Così il ministro della Salute Beatrice Lorenzin. “Abbiamo approvato un anno fa il Patto della Salute che prevede una serie di tappe per rendere sostenibile il sistema, cioè recuperare margini di sprechi che ancora ci sono per reinvestirli laddove c’è bisogno. Da questo piano si possono recuperare 10 miliardi in almeno 5 anni, partendo dagli sprechi dovuti all’improduttività. Pensiamo alle prestazioni sanitarie che non sono dovute, all’eccesso di cautela che porta a un eccesso di diagnosi e di diagnostica, di prescrizioni e di esami. Soltanto questo campo, che si chiama medicina difensiva, produce ben 13 miliardi di euro. E poi maggiori controlli, controlli incrociati tra la qualità e la quantità, cioè come si lavora nei reparti ospedalieri, quali sono i risultati e quanto costano, ma soprattutto quale è la qualità data ai cittadini”.

Vedi anche

Altri articoli