Lodi, sindaco in manette. Pd: chiarire subito

Giustizia
lodi

Uggetti accusato di «turbativa d’asta» per le piscine. Sciacallaggio Lega e M5S. Guerini: persona corretta

ll sindaco di Lodi Simone Uggetti, pd, è finito in carcere con l’accusa di turbativa d’asta. Al centro dell’inchiesta, condotta dal pm di Lodi Laura Siani, c’è la gara per aggiudicarsi per sei anni gli impianti sportivi Attilio Concardi e Belgiardino, che ogni estate incassano mediamente 400mila euro. Un volume d’affari importante che – secondo l’accusa – grazie a un “bando scritto a quattro mani” con l’avvocato Cristiano Marini, anche lui finito in carcere, sarebbe andato direttamente alla Sporting Lodi, che quella gara se l’è aggiudicata con un’offerta di 7.500 euro. Il testo della gara, secondo l’accusa, era stato creato “su misura” per la società sportiva di cui Marini era consigliere. Il gip Elisabetta Ciriaco, nell’ordinanza di custodia cautelare, sottolinea come in un primo momento Uggetti avesse “manifestato la volontà di affidare la gestione delle piscine direttamente alla società Astem (che controlla la Sporting Lodi), ma ciò non era possibile” per effetto di una legge regionale del 2006 che “prevedeva l’assegnazione, in via prioritaria, a una delle associazioni sportive dilettantistiche e, comunque, solo a seguito di regolare procedura di gara”

Continua a leggere

Vedi anche

Altri articoli