Livorno, indagato l’assessore al bilancio del M5S. Sviluppi in arrivo?

M5S
Consiglio-comunale-di-Livorno-Nogarin-di-spalle-990x656

L’inchiesta della Procura è sulla società che gestisce i rifiuti. L’assessore: “Non mi dimetto”

L’assessore al bilancio del comune di Livorno Gianni Lemmetti (M5S) ha ricevuto un avviso di garanzia
nell’ambito dell’inchiesta per la vicenda Aamps, l’azienda municipalizzata che gestisce la raccolta dei rifiuti, gravata da una pesante situazione debitoria.

La Procura di Livorno sta indagando da mesi per falso in bilancio e bancarotta fraudolenta in relazione all’approvazione del bilancio 2014 di Aamps e per abuso di ufficio in concorso in relazione alle più recenti vicende del cda.

Non si escludono ulteriori sviluppi nell’inchiesta.

“Ancora non l’ho visto materialmente – ha detto l’assessore Lemmetti riferendosi all’avviso di garanzia – l’ho fatto ritirare a un vicino di casa. Mi aspettavo che arrivasse dopo le perquisizioni dei giorni scorsi, ma se riguarda le questioni di Aamps che ho seguito non ho intenzione di dimettermi. Non mi dissocio assolutamente da quello che ho sempre detto pubblicamente e in streaming. In questo senso credo di essere una delle persone più coerenti”.

L’ex sindaco Alessandro Cosimi (Pd) ha ammesso ieri di essere indagato nell’inchiesta sulle presunte irregolarità nella gestione di Aamps, che è in attesa dal tribunale al concordato preventivo.

Il deputato pd Andrea Romano ha twittato: “Noi garantisti sempre: spiegateci però di cosa si tratta. #malgoverno5S”.

Vedi anche

Altri articoli