L’Istat certifica la ripresa: 5 trend incoraggianti

Economia
istat-lavoro

Cala la disoccupazione, aumentano gli occupati, bene i dati sui giovani (specie se laureati), cresce la produzione industriale

L’ultimo report dell’Istat mette in evidenza la ripresa economica che sta interessando l’Italia, confermando alcuni dei trend positivi già registrati nei mesi scorsi

Cala la disoccupazione Il tasso di disoccupazione, nel terzo trimestre dell’anno, scende all’11,7%, in calo di 0,6 punti nel confronto con il trimestre precedente.

Aumentano gli occupati Nel terzo trimestre dell’anno il numero degli occupati aumenta di 247mila unità (+1,1%) rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Incoraggianti i dati sul lavoro giovanile Dopo “il forte calo dell’occupazione giovanile in tutti gli anni della crisi”, nel terzo trimestre dell’anno il numero di occupati tra 15-34 anni torna a crescere, mettendo a segno un +56 mila unità (+1,1%) nel confronto annuo.

Bene i laureati Il tasso di occupazione cresce di più fra i laureati, attestandosi al 75,7% (+0,8 punti sul terzo trimestre 2014) rispetto al 63,2% di quello dei diplomati e al 43,5% del tasso riferito a chi ha al più la licenza media (+0,7 e +0,5 punti, rispettivamente).

Accelera la produzione industriale Ad ottobre l’Istat rileva aumenti dello 0,5% rispetto a settembre e del 2,9% rispetto a ottobre 2014. Lo scorso mese gli incrementi erano stati rispettivamente dello 0,2% e dell’1,8%.

 

 

Vedi anche

Altri articoli