L’Istat certifica il cambio di rotta: cala la disoccupazione, mai così bassa dal 2012

Lavoro
lavoro

In calo anche la disoccupazione giovanile. Quasi 300mila occupati in più rispetto all’anno scorso

L’Istat, nel suo ultimo rapporto, certifica un cambio di tendenza dal punto di vista dell’impiego e del lavoro. Ecco tutti i dati.

Disoccupazione generale all’11,4 %, mai così bassa dal 2012
Disoccupazione in calo a marzo: il tasso dei senza lavoro è risultato pari all’11,4, in diminuzione di 0,3 punti percentuali su febbraio. In cifre assolute, comunica l’Istat, i disoccupati scendono di 63.000 unita (-2,1%) e il calo riguarda sia gli uomini (-2,1) che le donne (-2,2%). Il tasso di disoccupazione maschile cala di 0,2 punti percentuali attestandosi al 10,9%, mentre diminuisce di 0,3 punti quello femminile arrivando all’11,9%. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni cala dello 0,3% (-36 mila).

In calo anche la disoccupazione giovanile
Cala anche la disoccupazione giovanile a marzo. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), informa l’Istat, è pari al 36,7%, in diminuzione di 1,5 punti percentuali rispetto al mese precedente.

A marzo 263mila occupati in più rispetto allo scorso anno
A marzo tornano a crescere gli occupati con 90.000 persone al lavoro in più rispetto a febbraio e 263.000 in più rispetto a marzo 2015. Lo rileva l’Istat, spiegando che a marzo si e’ toccata quota 22.578.000 occupati (+1,2% su marzo 2015, +0,4% su febbraio). Il tasso di occupazione è risalito al 56,7% con un aumento di 0,2 punti su febbraio e di 0,9 punti su marzo 2015.

Vedi anche

Altri articoli