L’intelligenza artificiale di Amazon arriva in Italia

Tecnologia
Handout image released by Palazzo Chigi press office on 22 July 2016 shows Italian premier Matteo Renzi (L) during a meeting with american Ceo of Amazon Jeff Bezos at Palazzo Vecchio in Florence, Italy, 22 July 2016. Renzi and Bezos had lunch together. 
ANSA/ PALAZZO CHIGI PRESS OFFICE
++HO - NO SALES EDITORIAL USE ONLY++

I nuovi progetti della società americana creeranno nuovi posti di lavoro. Solo 1200 quelli previsti per il nuovo centro distribuzione a Passo Corese, nel Lazio

Prima Apple con il suo Ios Developer Academy e ora è la volta di Amazon che oggi ha annunciato due nuovi importanti progetti che si svilupperanno nel nostro paese. Il primo ha un importante valore strategico e di sviluppo per la città che lo ospiterà: Torino. Perché è proprio nel capoluogo piemontese che la società di Jeff Bezos ha deciso di aprire un nuovo Centro di Sviluppo per mettere a punto le capacità di Intelligenza Artificiale e apprendimento automatico di Alexa, l’assistente vocale basata su cloud di Amazon, che supporta Amazon Echo, Echo Dot, Amazon Fire TV e Amazon Tap.

Il nuovo centro, che aprirà entro la fine del 2016, sarà dedicato al progresso del riconoscimento vocale e della comprensione del linguaggio naturale. Settore in cui tutti i grandi big dell’Hi Tech stanno investendo parecchio. Da Google a Microsoft, passando naturalmente per Apple e la sua Siri. Torino, spiega una nota rilanciata su Twitter dal Ceo della società che oggi ha incontrato il Presidente del Consiglio a Firenze, è stata scelta per la quantità di talenti a cui poter attingere e per la presenza delle università in città. “Siamo felici di lanciare un centro di Machine Learning a Torino, città ricca di talenti nel campo delle tecnologie di apprendimento automatico, di diretto interesse per Alexa – dichiara Rohit Prasad, Vicepresidente e Chief Scientist per Alexa – Il nostro centro di Torino avrà un ruolo fondamentale nello sviluppo delle capacità di comprensione del linguaggio da parte di Alexa”.

 

 

Le assunzioni per il Centro di Sviluppo di Torino inizieranno a breve. Per iniziare, saranno 10 le posizioni aperte per i ricercatori dedicati al riconoscimento vocale e alla comprensione del linguaggio naturale. “Continuiamo a investire in modo rilevante in Italia e stiamo creando centinaia di posti di lavoro” spiega Francois Nuyts, Country Manager di Amazon Italia e Spagna. “Innovare per conto dei nostri clienti è alla base di tutto ciò che facciamo qui ad Amazon in Italia. Siamo felici che Torino sia stata scelta come sede principale per alcune delle attività tecnologiche più interessanti tra quelle su cui stiamo lavorando in diverse parti del mondo”.

L’altro grande annuncio riguarda invece il Lazio. Sarà qui infatti, che sorgerà il nuovo centro di distribuzione Amazon. Una struttura di 60 mila metri quadrati che sarà realizzato a  Passo Corese, frazione del Comune di Fara in Sabina (Rieti) a 30 chilometri da Roma. Il nuovo polo logistico, che sarà il secondo centro di distribuzione di Amazon nel Paese, inizierà l’attività nell’autunno del 2017 e potrà dare lavoro, nell’arco di tre anni, a circa 1200 persone.

 

 

Vedi anche

Altri articoli