L’illusione perfetta di Lady Gaga: arriva “Joanne”

Musica
schermata-09-2457651-alle-12-01-23

Il nuovo album è in uscita a fine Ottobre, preannunciato da un singolo, “Perfect Illusion,” scritto insieme al “guru” della nuova psichedelia rock, Kevin Parker dei Tame Impala

schermata-09-2457651-alle-11-58-49

La copertina di “Joanne”, il nuovo album di Lady Gaga

Per il seguito del fortunato ARTPOP, uscito nel 2013, Lady Gaga ha scelto un titolo che lega insieme i più importanti aspetti della sua vita: Joanne. Per prima cosa si tratta del nome della zia morta di lupus a 19 anni. ma è anche quello della stessa cantante, battezzata Stefani Joanne Angelina Germanotta. Inoltre, i genitori della pop star possiedono un ristorante italiano a NewYork, che si chiama proprio Joanne Trattoria. Il disco sarà disponibile nei negozi e in formato digitale a partire dal 21 Ottobre e l’artwork, che Lady Gaga ha già diffuso tramite il suo twitter, conterrà all’interno manoscritti e foto di oggetti importanti appartenuti alla zia.

L’album è anticipato dal singolo Perfect Illusion, frutto della collaborazione con Kevin Parker, la mente dei Tame Impala, band psichedelica australiana. I due condividono una certa passione per la rilettura del suono anni ottanta, virato attraverso una lente deformante: “Kevin è un vero genio della musica”, ha dichiarato Lady Gaga riguardo al musicista australiano, il quale ha confessato di aver avuto all’inizio un approccio distaccato e un po’ diffidente verso la realtà che si aspettava di incontrare: “pensavo che fosse solo una grande opportunità da sfruttare per la mia carriera”, ha detto in una intervista al NME, “ma poi mi sono reso conto che quando incontri le persone dietro la scena capisci che non si tratta del mondo corporativo che ti eri immaginato. Presto ci siamo trovati tutti coinvolti in qualcosa di molto personale e pieno di significato. E sono contento che la cosa sia ora di dominio pubblico, non dovrò continuare a mantenere segreti”.

Anche se i primi dati di vendita appaiono un po’ sottotono, il brano in questione, che risponde a tutti i cliché del singolo apripista con il ritornello che parte dopo pochi secondi e il gancio melodico reiterato ossessivamente (su diverse tonalità), ha esordito al primo posto della classifica iTunes in 60 paesi ed è stato inserito in programmazione dalle principali emittenti radiofoniche del mondo: in Italia è nella Top 20 di Earone, la classifica delle canzoni più programmate dalle radio nostrane.
E non si tratta dell’unica traccia che vede la collaborazione con un nome limitrofo alla scena “alternativa”: tra i musicisti che compaiono nei credits dell’album ci sono infatti anche Father John Misty, Josh Homme e Beck.

Vedi anche

Altri articoli