Le scuse di Blair per gli errori in Iraq: “Hanno aiutato l’ascesa dell’Isis”

Mondo
blair

L’ex premier ammette sbagli alla vigilia del rapporto dell’inchiesta sul conflitto

Sì, non è sbagliato dire che la guerra in Iraq ha a che vedere con l’emergere dello Stato islamico. Non lo dice fuori dai denti, ma insomma davanti alla domanda esplicita di Fareed Zakaria, l’intervistatore della Cnn, Tony Blair non può non ammettere che c’è una concatenazione, un filo rosso che lega gli eventi. «Ci sono elementi di verità», replica quando gli chiedono se l’invasione può considerarsi la «causa principale» dell’affermazione dell’Isis. Per il resto chiede scusa, ammette errori.

Continua a leggere l’articolo. Abbonati subito!

Vedi anche

Altri articoli