Le nuove regole sulla vendita e il consumo di sigarette

Salute
epa04323584 (FILE) A woman smokes a cigarette in Berlin, Germany, 26 May 2014. A US jury has awarded Cynthia Robinson a widow of a long time smoker 16 million US dollar in compensatory damages and on top of that another 23 billion US dollar in punitive damages, in Pensacola, Florida, USA, 19 July 2014. The jury found against the second largest tobacco company in the US, R.J. Reynolds Tobacco and determined the company negligent for not informing about the dangers of smoking.  EPA/CHRISTOPH SCHMIDT

A partire dal 2 febbraio 2016 entrerà in vigore un nuovo decreto legislativo che cambierà le abitudini di parecchi fumatori

Dal 2 febbraio si cambia. Entrano in vigore le nuove regole che riguardano la produzione, la presentazione, la vendita e il consumo di sigarette, tabacco e prodotti derivati in Italia.

La nuova normativa, in recepimento della direttiva 2014/40/UE del Parlamento Europeo, prevede una serie di novità importanti che riguardano sia i distributori che i consumatori, visto che molte delle nuove regole sono state pensate proprio per dissuadere i fumatori. Con particolare riguardo per quelli più giovani.

Ecco le principali novità:

  • Dimensioni: scompariranno le confezioni da 10, mentre le confezioni di tabacco non potranno superare i 30 grammi.
  • Immagini: a differenza di quanto accade ora, le avvertenze contro i danni del fumo non saranno più solo scritte nere su sfondo bianco, ma saranno associate ad immagini che illustrano le conseguenze del tabagismo e  copriranno il 65% della superficie esterna del fronte e retro della confezione di sigarette o di tabacco da arrotolare.

    siga1

    Immagine 1 di 6

    Le immagini che si vedranno sui nuovi pacchetti di sigarette. Foto Ansa

  • Aromi: viene introdotto il divieto di utilizzo di aromi caratterizzanti.
  • Minori: particolare attenzione è stata rivolta al contrasto ai giovani fumatori. Le misure riguardano un’azione sia attiva che passiva. Oltre al divieto già citato dell’utilizzo di aromi caratterizzanti, volto a diminuire l’appeal di nuovi prodotti, ci sarà anche il divieto di vendere ai minorenni le sigarette elettroniche e i contenitori di liquido di ricarica con presenza di nicotina. Divieto che dunque si aggiunge a quello già in vigore sulle normali sigarette.
  • Vendita e distribuzione: viene introdotto il divieto di vendita a distanza transfrontaliera dei prodotti del tabacco e delle sigarette elettroniche ai consumatori. E’ anche vietata la vendita di tabacco da masticare.
  • Multe: Vengono inasprite le sanzioni per la vendita e somministrazione di prodotti del tabacco, sigarette elettroniche e prodotti di nuova generazione ai minori.
  • Luoghi: Saranno sempre meno i luoghi dove si potrà fumare. Il divieto di fumo arriva anche in auto, nel caso in cui ci sia la presenza di un minore o di donne in gravidanza. Non si potrà fumare anche nelle pertinenze esterne degli ospedali e degli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) pediatrici, nonché nelle pertinenze esterne dei singoli reparti pediatrici, ginecologici, di ostetricia e neonatologia.

 

Vedi anche

Altri articoli