Le case cantoniere diventano alberghi e ristoranti: ecco cosa prevede il bando

Turismo
case cantoniere

Il progetto prevede la riqualificazione da parte dell’Anas di 30 dei caratteristici edifici rossi degli anni ’30

L’obiettivo è quello di aprire la prima casa cantoniera riconvertita tra un anno circa, a giugno 2017, ma saranno 30 in tutto i caratteristici edifici rossi anni ’30 di proprietà dell’Anas che verranno destinati, tramite bando, a imprenditori, start-up, consorzi, aziende, associazioni, cooperative che potranno trasformarle in alberghi, ristoranti e punti di informazione turistica.

Un progetto nato dalla collaborazione tra Anas, Agenzia del demanio e i ministeri per i Beni culturali e delle Infrastrutture e dei Trasporti. Ora l’Anas ha presentato il bando di gara e le offerte dovranno pervenire entro il 31 ottobre.

Le prime 30 case cantoniere che saranno assegnate dal bando si trovano in Valle d’Aosta, Piemonte, Veneto, Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio e Puglia, in zone, quindi, dalle potenzialità turistiche rilevanti e dove sarà possibile creare delle sinergie con altre strutture del territorio per creare una vera rete turistico-culturale di valore.

La ristrutturazione sarà a carico di Anas, con un investimento di 7,5 milioni in tre anni, mentre il concessionario dovrà sviluppare le attività imprenditoriali in coerenza con le linee guida del bando, con servizi di base definiti: pernottamento, bar e ristoro, free wi-fi, postazioni di ricarica per veicoli elettrici e info point di informazione turistica.

“Il progetto di riqualificazione delle case cantoniere – ha spiegato il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani – rappresenta un modello innovativo di gestione, rispettoso del paesaggio e dell’ambiente, che sviluppa attività di networking e valorizza gli asset immobiliari dell’azienda”, ha detto Armani.

Questa è solo una prima fase del progetto che poi proseguirà con la riconversione di tutte le 1200 case cantoniere dell’Anas che è alla ricerca di ulteriori fondi – circa 300 milioni – per poterlo portare avanti.

Vedi anche

Altri articoli