Le azzurre del tiro con l’arco? Per il Resto del Carlino sono delle “cicciottelle”

Social network
Resto del Carlino

Polemiche sui social per il titolo sessista del giornale: il direttore di Qn si scusa su Facebook

Sono riuscite ad arrivare a un passo dalla finale uscendo a testa alta dallo scontro con le atlete cinesi eppure le tre atlete azzurre del tiro con l’arco, Guendalina Sartori, Claudia Mandia e Lucilla Boari, il titolista del Resto del Carlino si limita a definirle “il trio delle cicciottelle”.

Sui social sono tanti a indignarsi per quel titolo infelice e soprattutto su Twitter moltissimi utenti si sono scatenati contro il giornale bolognese, alcuni con commenti “aggressivi”, altri molto seri e altri ancora più ironici.

Talmente tante polemiche che Giuseppe Tassi, il direttore di QS, la testata sportiva del Quotidiano Nazionale, che raggruppa diverse testate tra cui Il Resto del Carlino si scusa dalla pagina Facebook del giornale.

Questo il post di scuse per una scelta che è risultata essere molto più grave di una semplice gaffe; un vero e proprio commento sessista che ha scatenato l’indignazione di tanti che hanno trovato decisamente fuori luogo un titolo del genere per tre atlete italiane che, anche se senza medaglie, portano comunque a casa il miglior risultato nella storia olimpica dell’arco femminile. E il sospetto maggiore è che se il giornale avesse dovuto scrivere un articolo su degli uomini probabilmente non avrebbe scelto un titolo simile.

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli