L’Anci: “Tutti i sindaci a Roma”

Dal giornale
Don Ciotti all'Assemblea Alleanza Cooperative Italiane a Expo Milano 2015. MILANO, 2 LUGLIO 2015.  ANSA/DANIELE MASCOLO

Nella Capitale il 3 settembre, in occasione della ricorrenza della uccisione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa

L’Anci, l’Associazione dei comuni italiani, chiama a raccolta sindaci, governatori e amministratori invitandoli a partecipare con la fascia tricolore alla manifestazione contro tutte le mafie che si svolgerà a Roma il 3 settembre, in occasione della ricorrenza della uccisione del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa. L’appello arriva dal presidente Piero Fassino: «È necessario scendere in piazza per dare voce a tutti i cittadini onesti e testimoniare che il Paese è vivo e vuole dimostrare energia e rabbia contro la corruzione, la prepotenza e le mafie». Quella di giovedì prossimo, dice il sindaco di Torino, dovrà essere «una piazza delle istituzioni e di coloro che da sempre sono attivi a 360 gradi nel contrasto alla illegalità».
L’appuntamento si preannuncia dunque caratterizzato da una valenza che va ben al di là dei confini di Roma. Anche perché, come sottolinea Don Ciotti, in diverse città «le mafie non sono oggi più che mai un mondo parte, sono una parte del nostro mondo, vivono fra di noi e cambiano assieme a noi e hanno un livello di commistione mai raggiunto prima», ha detto il presidente di Libera a margine del suo intervento su pace e guerra alla Scuola della Rosa Bianca in corso a Terzolas (Trento).
Quanto a Roma e al rischio di infiltrazioni, spiega il presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone: «È mia intenzione utilizzare il personale della Guardia di Finanza, che è coordinato da un colonnello che già sta operando su Expo, anche per gli appalti sul Giubileo».

(nella foto Don Ciotti, Foto Ansa)

Vedi anche

Altri articoli