La confessione di Abrini: “Ero io l’uomo con il cappello”

Terrorismo
abrini

Il terrorista è stato arrestato ieri nel corso di un’operazione di polizia a Bruxelles ed è ora sotto il torchio degli inquirenti

La procura federale del Belgio ha riferito di essere ora nelle condizioni di confermare che Mohamed Abrini, arrestato ieri a Bruxelles, è il cosiddetto ‘uomo con il cappello’, che compariva nelle immagini delle telecamere di sicurezza dell’aeroporto di Zaventem in compagnia dei due kamikaze dello scalo prima delle esplosioni del 22 marzo. La procura fa sapere che ad ammetterlo è stato lui stesso.

Abrini è stato messo davanti ai risultati di diversi esami di esperti e “ha confessato la sua presenza sulla scena del crimine” all’aeroporto di Zaventem, scrive la procura, aggiungendo che Abrini “ha spiegato di avere buttato il suo gilet nella spazzatura e di avere poi rivenduto il suo cappello”.

Vedi anche

Altri articoli