L’addio a Casaleggio: Grillo e direttorio alla camera ardente. Domani i funerali

M5S
casaleggio

I funerali del fondatore del M5s si terranno giovedì mattina. Atteso l’arrivo di Beppe Grillo

Non sarà aperta al pubblico la camera ardente di Gianroberto Casaleggio, fondatore del Movimento 5 Stelle morto ieri a Milano. È  quanto ha voluto la famiglia che ha preferito il saluto in forma strettamente privata. La camera ardente si trova nell’Istituto Auxologico dove Casaleggio era ricoverato.

Intorno a mezzogiorno è arrivato anche Beppe Grillo, preceduto dai membri del direttorio che avanzavano in silenzio tenendosi sotto braccio: Luigi Di Maio, Alessandro Di Battista, Roberto Fico, Carlo Sibilia e Carla Ruocco. Poco prima erano andati a portare il loro cordoglio Danilo Toninelli, Carlo Martelli e l’ex candidato sindaco di Milano Patrizia Bedori, accompagnata dal nuovo candidato Gianluca Corrado. Tra i primi ad arrivare stamani il consigliere Rai, Carlo Freccero e il deputato pentastellato, Felice De Rosa.

I funerali si terranno giovedì mattina, come ha annunciato lo stesso Beppe Grillo in un tweet:

Ecco chi era CasaleggioIl leader che non c’era

Il “testamento” di Gianroberto: l’azienda al figlio Davide, il Movimento a Di Maio 

Inventore del blog beppegrillo.it, dei vaffanculo-day, della rete dei meetup sul territorio, ma anche cofondatore del Movimento Cinquestelle oltre ad essere estensore con Beppe Grillo del suo non-statuto. Gianroberto Casaleggio è stato spesso definito il “guru” del movimento, tra i primi in Italia a intuire le potenzialità del web, era presidente della Casaleggio Associati, società informatica ed editoriale che si occupa di consulenze in materia di strategie di rete.

Ecco le reazioni del mondo della politica alla notizia della sua scomparsa: Casaleggio, l’emozione di amici e avversari

Vedi anche

Altri articoli