La vertigine M5S: o vola o cade. Così Grillo torna in prima linea

M5S
Beppe_Grillo_4

I pentastellati vivono un momento politico delicato e il comico genovese archivia il “passo di lato”

Beppe Grillo che fa un passo di lato ma supervisiona tutto e tutti. Beppe Grillo padre fondatore e censore a distanza. Beppe Grillo che ricorda comunque che il Movimento Cinquestelle è una sua creatura e non permetterà a nessuno di fagocitarla archiviandolo a semplice garante. Anche se di fatto è quello il solo ruolo che ripete di avere.

Eppure la telefonata al sindaco Raggi sulle nomine di Frongia e Marra, l’arrivo a Roma per riunire le truppe di Camera e Senato, la visita in Campidoglio al primo cittadino e l’incontro con i componenti del Direttorio per rinfrescare la linea e mettere un freno alle scorribande tra correnti interne, raccontano un cambio di passo o meglio un ritorno sui suoi passi. E’ lui che ha il timone in mano. Fosse solo per evitare inciampi irrecuperabili.

Se a questo aggiungiamo l’incontro con Luigi Di Maio e l’incontro che oggi si svolgerà a Milano tra Davide Casaleggio e una quarantina tra neo-sindaci , portavoce, consiglieri regionali, eurodeputati (al quale Virginia Raggi non parteciperà) il quadro si fa ancora più chiaro. Il M5S si trova a vivere un momento catartico. Ora che è forza di governo in grandi città deve dimostrare di esserne all’altezza.

Metaforicamente è sul baratro e deve prepararsi al salto. Può volare o cadere, ma si tratta comunque di una prova che Grillo deve e vuole seguire direttamente. Per presentarsi alle prossime politiche i grillini non devono sbagliare e si preparano per quello che viene considerato il prossimo fronte di conquista: la Sicilia. Ed è per questo che “Italia a 5 Stelle” viene organizzata a Palermo.

Intanto però si serrano le fila e si imposta un coordinamento tra livelli diversi: la Casaleggio Associati guarda ai territori e i territori (con i neo amministratori) devono fare riferimento al quartier generale di Milano. E guai se non ci si trova allineati. Per chi lo capisce, bene. Per gli altri  basta leggere alla voce Federico Pizzarotti.

 

 

Vedi anche

Altri articoli