La strage di Nizza sui giornali francesi

Terrorismo
giornali-francesi

L’attacco terroristico nella città francese vista dalle prime pagine dei quotidiani online

Quello che stanotte era soprattutto “guerra”, “orrore”, “strage”, parole che occupavano le principali testate in edicola, nel flusso dell’online è diventato diretta, racconto “en continu”, notizie che si rincorrono. Oltre dodici ore dopo il massacro della Promenade des Anglais, mentre Hollande e il governo da Parigi si spostano a Nizza e le indagini si moltiplicano, rimbombano i titoli dei media di tutta la Francia. Listati a lutto, come ormai troppe volte in questi mesi di terrore, si trasformano in dirette ininterrotte. È un rimbalzare dai siti alle tv, dalle info 24 su 24 ai siti dei quotidiani.

Così fa il principale quotidiano locale, Nice-Matin, il più letto è amato dai nizzardi. Un richiamo all’edizione cartacea – ne conta ben sette – “Carnage à Nice” (Carneficina a Nizza), sul lato destro, al centro una foto straziante: è quella di una donna che stringe al seno il volto di una bambina, la paura negli occhi, in lacrime. Sfondo nero, il richiamo all’hashtag #nice, il sito apre sulla notizia che l’autore dell’attentato è sta identificato. E alla drammatica testimonianza “sconvolgente” di uno dei giornalisti della stessa testata, che ieri assisteva allo spettacolo “molto cool” della festa.

 

Nice matin

 

I big dei quotidiani, a cominciare da Le monde, non fanno diversamente: “Attentato di Nizza, in diretta 84 morti lo stato di urgenza prolungato di tre mesi”. E l’articolo più letto ( conta adesso circa 200mila letture) è quello su “ cosa sappiamo finora dell’attentato di Nizza”.

 

Lemonde

 

Sull’austero Le Figaro, a lutto anch’esso nella testata, una grande foto del presidente della repubblica in home, “Attentato di Nizza, François Hollande è arrivato a Nizza”, ospita in apertura il racconto di come la polizia ha fermato l’attentatore del camion.

 

figaro 2

 

Su Libération, invece, l’apertura è “Attacco di Nizza: 84 morti, decretati tre giorni di lutto nazionale”. Il tutto sotto la foto del premier Manuel Valls in bicicletta. Sul lato destro, una cartina, le ultime news, la diretta non manca neanche qui.

 

Libé

 

Ma sono le tv a fare la parte del leone, seguitissime nella notte del terribile bollettino di guerra. Il telegiornale di Tf1, France 2, France 3 e France 5 che hanno inviati sparpagliati ovunque sono in diretta continua, anche con la testata all news del gruppo che segue i fatti con France tvinfo.fr rilancia sui siti i servizi dalla Costa Azzurra.
Ecco l’apertura nel momento in cui si racconta l’arrivo di Hollande: in cima, le cinque notizie principali correlate a questa, immagini e “info” in aggiornamento continuo.

 

francetvinfo

 

Da notare che il gruppo di France Télévisions stamattina ha dovuto anche porgere le sue scuse: con un comunicato, ha fatto ammenda per le “immagini cruente” andate in onda nella notte in un servizio che ha scatenato “vivaci polemiche” : «un errore di valutazione è stato commesso in circostanze particolari». Ha sconvolto in particolare il racconto di un uomo la cui testimonianza è stata raccolta accanto al cadavere della moglie. E stavolta almeno le scuse ci sono state, cosa che non è abituale.

 

france tv

Vedi anche

Altri articoli