La sindacalista Atac amica della Raggi si dà malata per andare in tv

Roma
quintavalle-arena

Figuraccia per Micaela Quintavalle, autista “pasionaria” sostenitrice del Movimento 5 Stelle

Al peggio non c’è mai fine, soprattutto a Roma. Questa volta ad abbassare ulteriormente l’asticella della decenza è stata Micaela Quintavalle, autista “pasionaria”, dipendente dell’azienda dei trasporti urbani di Roma, a capo del sindacato “cambiamenti”. Nota soprattutto per essere stata la paladina degli “scioperi bianchi” del personale Atac, che hanno messo in ginocchio la Capitale sotto la giunta Marino, e per essere una simpatizzante dichiarata del M5S e sostenitrice accanita di Virginia Raggi.

Ebbene, la Quintavalle è stata protagonista di un acceso dibattito a L’Arena, il programma di Rai 1 condotto da Massimo Giletti. Argomento della puntata? Le inchieste del Messaggero sui dipendenti della municipalizzata che si dichiaravano “inidonei fisicamente” per evitare di guidare i bus ma improvvisamente guariti dopo una visita media. Per la sindacalista i finti malati “vanno stra-licenziati”.

Peccato che, sempre a quanto riporta il Messaggero, spulciando i fogli presenze di Atac, si viene a sapere che la stessa Quintavalle, proprio nelle ore in cui imperversava a L’Arena di Giletti, era assente dal lavoro per malattia, da diversi giorni tra l’altro. A rendere ancor più tragicomica la vicenda, alcune dichiarazioni fatte da lei stessa sulla sua pagina Facebook nei giorni scorsi: “Venite a dirmi che sono una lavativa se per un post-operatorio per qualche giorno non verrò a guidare!”. Per andare in tv, evidentemente, non ha guidato lei.

Vedi anche

Altri articoli