La Scozia vuol tornare in Europa

Gran Bretagna
epa05390044 Scotland's First Minister Nicola Sturgeon (R) during an emergency cabinet meeting at Bute House in Edinburgh, Scotland, Britain, 25 June 2016. The government team gathered in Edinburgh to discuss the next steps they will take after Britain in a referendum on 23 June voted to leave the European Union.  EPA/JANE BARLOW  UK AND IRELAND OUT

La premier scozzese: “Sono determinata a fare in modo che la Scozia possa riconsiderare la questione della propria indipendenza”

La premier scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato oggi l’intenzione di presentare la prossima settimana un nuovo progetto di legge per un referendum sull’indipendenza, sostenendo che il voto sulla Brexit abbia cambiato i termini di appartenenza al Regno Unito.

“Il progetto di legge sul referendum per l’indipendenza sarà presentato la prossima settimana per consultazioni – ha detto Sturgeon aprendo il congresso a Glasgow del suo Partito nazionale scozzese (Snp) – sono determinata a fare in modo che la Scozia possa riconsiderare la questione della propria indipendenza e questo prima che il Regno Unito lasci l’Ue, se è necessario a proteggere gli interessi del nostro Paese”.

Secondo i sondaggi ancora non esisterebbe una maggioranza a favore dell’indipendenza scozzese. Intanto, per mantenere la Scozia nel Regno Unito, la Sturgeon ha posto delle condizioni al governo conservatore di Theresa May, ovvero offrire al Parlamento di Edimburgo “sostanziali poteri aggiuntivi “, tra cui il potere sull’immigrazione. “Nel 2014 – ha affermato Sturgeon – ci è stato detto che la Scozia era un partner alla pari nel Regno Unito. Bene, è giunto il momento di dimostrarlo”.

Vedi anche

Altri articoli