La Ryder Cup 2022 a Roma, grande soddisfazione per lo sport italiano

Sport
ryder2

Per la prima volta l’Italia ospiterà la manifestazione golfistica più importante al mondo

L’international board ha deciso, la Ryder Cup del 2022 si svolgerà nel Marco Simone Golf & Country Club di Guidonia. Negli ultimi giorni le sensazioni erano buone, ma la concorrenza di Spagna, Austria e Germania era molto agguerrita. La notizia è arrivata durante la presentazione del logo ufficiale per la candidatura olimpica di Roma 2024, altro grande obiettivo per l’Italia. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha commentato con entusiasmo l’assegnazione: “La Ryder cup è una vittoria del sistema sportivo Italia, questo conferma che quando giochiamo insieme siamo praticamente imbattibili. Si disputerà sui percorsi dove vorremmo ospitare le Olimpiadi. E’ anche un successo della nostra credibilità”.

Grande soddisfazione anche per Dario Franceschini, ministro dei Beni culturali e del Turismo che giudica la Ryder Cup a Roma come “una nuova importante sfida organizzativa e turistica per Roma. Sono certo che il circuito rappresenterà un’attrazione suggestiva e irrinunciabile per tifosi e sportivi di tutto il mondo. Il turismo sportivo è notoriamente un segmento che produce molto reddito e che spesso si associa con quello naturalistico e culturale. Lavoreremo pubblico e privato insieme perché il nostro sistema ricettivo sappia farsi trovare pronta”.

Anche dal responsabile sport del Pd Luca Di Bartolemei arrivano le congratulazioni al comitato promotore: ” Nel giorno in cui si presenta la candidatura olimpica di Roma 2024 ci aggiudichiamo la Ryder Cup 2022, il terzo evento sportivo al mondo per numero di spettatori e con un indotto economico stimato circa mezzo miliardo di euro”. Grandi complimenti da Keith Pelley, CEO di European Tour: “Le mie congratulazioni vanno all’Italia, la cui corposa e ambiziosa candidatura ha consentito di diventare la sede ufficiale della Ryder Cup 2022. Non c’è dubbio che la Città Eterna rappresenterà una cornice meravigliosa per un così importante evento golfistico”.

L’assegnazione della Ryder Cup viene pochi giorni dopo quella del Mondiale di volley 2018 che si svolgerà tra Torino e la Bulgaria, con il capoluogo piemontese teatro delle fasi finali, mentre nel 2021 Cortina d’Ampezzo ospiterà i mondiali di sci. Ryder, Mondiali di volley, Mondiali di sci e Olimpiadi, ma non solo perché l’Italia è in lizza per l’organizzazione Coppa del mondo di rugby del 2023 e per i mondiali di ciclismo 2020 con Vicenza.

Ma cos’è la Ryder Cup? E’ un evento di golf dove si sfidano Europa e Stati Uniti e rappresenta un evento mondiale: attira in media 300mila appassionati provenienti da più di 60 nazioni e viene trasmesso in diretta da oltre 50 emittenti in 200 paesi con 600 milioni di telespettatori, è il terzo evento sportivo più seguito dopo i campionati mondiali di calcio e le Olimpiadi. L’evento nato nel 1927 era una sfida tra Gran Bretagna e Stati Uniti. Solo dal 1979 è stata adottata l’attuale formula. Campione in carica è l’Europa che al Gleneagles Golf Resort in Scozia ha battuto gli statunitensi e che ha vinto 8 delle ultime 10 edizioni.

“La candidatura italiana ci ha impressionato per la sua solidità dal punto di vista infrastrutturale, commerciale e di sostegno del Governo. I programmi di potenziamento e valorizzazione del percorso di gioco sono spettacolari, così come l’impegno allo sviluppo del golf nel Paese a tutti i livelli. Non vediamo l’ora di metterci al lavoro insieme con il team italiano per dare vita all’edizione 2022”. Sono queste le motivazioni che hanno spinto la Commissione Ryder Cup a scegliere Roma.

Come riportato sul sito ufficiale della manifestazione la Ryder Cup esalterà il “Brand Italia” in tutti i suoi aspetti: arte, cultura, commercio, storia ed ospitalità per offrire un evento di livello mondiale ed avrà l’obiettivo di  sviluppare la pratica del golf già cresciuta negli ultimi anni. Per quanto riguarda la parte economica l’evento sarà economicamente sostenibile grazie alle garanzie fornite del Governo con il supporto di importanti istituzioni finanziarie e ai ricavi da sponsorizzazioni ottenuti dalla FIG e dai suoi partner per mezzo di significativi investimenti da parte delle aziende italiane, compresa anche la famiglia Biagiotti, proprietaria del campo.

La Ryder Cup d 2022 costituirà per Roma anche un’opportunità unica, infatti KPMG ha stimato che gli impatti economico-sociali derivanti dall’organizzazione della Ryder Cup 2022 e degli eventi connessi nel periodo 2016-2027 ammontano complessivamente a 500 milioni di euro. Lo studio descrive anche i benefici “qualitativi” indotti dall’organizzazione della Ryder Cup 2022, quali l’impatto culturale e reputazionale, in termini di diffusione dell’immagine di Roma e dell’Italia attraverso TV e Media e di miglioramento dei rispettivi “brand”.

 

 

Vedi anche

Altri articoli