Parigi, la reazione di Roma e dei romani – VIDEO E FOTO

Racconti romani

Manifestazioni di solidarietà di fronte all’ambasciata francese, a Piazza Farnese, ma non solo. Iniziative anche a Campo dei Fiori e a Piazza del Popolo: l’intera città di Roma si stringe intorno a Parigi.

I cittadini di Roma depositano fiori a Piazza Farnese, di fronte l’ambasciata francese, per manifestare la loro solidarietà in memoria delle vittime di Parigi. “Siamo venuti a testimoniare la solidarietà del Partito democratico, l’amicizia del Pd nei confronti del popolo francese e il nostro dolore per quello che è successo”20151114_161652 dichiara il presidente del Pd Matteo Orfini dopo aver lasciato dopo aver incontrato l’ambasciatrice di Francia.

“Non è solo un attacco alla Francia ma a tutti noi, ai valori della civiltà, della democrazia. Stiamo cercando di lavorare per garantire la sicurezza dei cittadini e cercando di capire come lavorare ancora di più per contrastare il terrorismo internazionale”.

Dal primo pomeriggio Piazza Farnese, sede dell’Ambasciata di Francia a Roma, riceve fiori e candele in un continuo via vai dei cittadini che desiderano esprimere la loro solidarietà al popolo d’oltralpe.

“Vogliamo chiedere alla città uno sforzo ulteriore per dare un segnale di unità e per stare con la Francia, Parigi e Europa contro ogni tipo di violenza, razzismo – dicono i minisindaci della Capitale che hanno lanciato l’iniziativa di oggi in piazza – Dobbiamo cercare di essere lucidi affinché non si arrivi ad una discussione di scontro tra religioni”. In piazza esponenti del Pd, della comunità ebraica di Roma, dell’Anpi e dei sindacati.

20151114_174954

 

Sono circa un migliaio le persone che si sono poi ritrovate in Piazza del Popolo per la manifestazione, indetta dai presidenti dei municipi di Roma. Ceri accesi, bandiere della Francia, l’atmosfera è commossa. Qualcuno intona la ‘Marsigliese’ e dopo poco parte in coro anche ‘Bella Ciao’, c’è anche chi prega.

Molte le personalità politiche intervenute: il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il commissario Pd Matteo Orfini, la vicepresidente del Senato Valeria Fedeli e alcuni tra i rappresentanti romani della 20151114_180706comunità ebraica e di quella musulmana.

 

Dopo una ventina di minuti, in piazza arriva anche l’ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, che, assaltato dalla stampa, non rilascia dichiarazioni ma si ferma a scambiare qualche parola con i cittadini. Una ragazza gli dona una piccola bandierina dell’Europa, per poi tornare a sedersi sul cornicione della salita per il Pincio da dove, con un gruppetto di altri ragazzi giovanissimi, canta ‘Fratelli d’Italia’.

 

Tanti giovani e qualche gruppo di francesi. Ci sono bandiere dell’Italia, dell’Unione europea, della pace e della Francia.  Il momento più toccante è quando nella metà della piazza sotto al Pincio si forma un grosso cerchio di persone. Si canta lungo tutto il diametro, con le fiamme a illuminare i volti e i tantissimi fotografi e operatori che immortalano ogni nota.

File_000

Presente a Piazza del Popolo anche il ministro della Pubblica amministrazione, Marianna Madia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vedi anche

Altri articoli