La preghiera e l’indignazione del Pontefice nella Via Crucis

Papa Francesco
papa_

Nella Croce di Cristo il volto dei sofferenti e delle vittime delle violenze di oggi

Al termine della Via Crucis, nella fantastica cornice del Colosseo e nella sua zona prospiciente, stasera papa Francesco ha recitato un’altissima preghiera che ha ripreso diverse sue meditazioni ma che è parsa particolarmente straordinaria per i riferimenti all’attualita. E anche questa volta non è semplice, e forse non è nemmeno giusto, separare nelle parole del Papa l’aspetto spirituale dal carico di denuncia morale.

Per 28 volte il pontefice si è rivolto direttamente alla “Croce di Cristo”, vero riferimento spirituale e morale per tutti gli uomini.

Per Bergoglio oggi la croce di Cristo rivive “nelle nostre sorelle e nei nostri fratelli uccisi, bruciati vivi, sgozzati e decapitati con le spade barbariche e con il silenzio vigliacco”, “nei volti dei bambini, delle donne e delle persone, sfiniti e impauriti che fuggono dalle guerre e dalle violenze e spesso non trovano che la morte e tanti Pilato con le mani lavate”.

Bergoglio ha sottolineato che vediamo la croce di Cristo “nei fondamentalismi e nel terrorismo dei seguaci di qualche religione che profanano il nome di Dio e lo utilizzano per giustificare le loro inaudite violenze”.

Ma le parole di Francesco si sono rivolte anche contro i “potenti e i venditori di armi che alimentano la fornace delle guerre con il sangue innocente dei fratelli”; per i “traditori che per trenta denari consegnano alla morte chiunque”; per i “ladroni e i corrotti che invece di salvaguardare il bene comune e l’etica si vendono nel misero mercato dell’immoralità” e per i “distruttori della nostra ‘casa comune’ che con egoismo rovinano il futuro delle prossime generazioni”.

Il Papa ha lodato anche tanto bene presente nei “ministri fedeli” della Chiesa, “nelle famiglie che vivono con fedeltà e fecondità la loro vocazione matrimoniale” e ha invitato a non abbandonare “gli anziani, i disabili, i bambini denutriti e scartati dalla nostra egoista e ipocrita società”.

Questi sono solo gli spunti più salienti di una preghiera densa di significato, in una Via Crucis di alta riflessione sui mali dell’umanità e le piaghe del nostro tempo.

Vedi anche

Altri articoli