La portaerei Charles de Gaulle è operativa, primi raid contro l’Isis in Iraq

Terrorismo
800px-Charles_De_Gaulle_PascalSubtil_1

Il capo dello stato maggiore interforze Pierre de Villiers ha spiegato che “tutti gli obiettivi sono stati distrutti”

La portaerei Charles de Gaulle è ufficialmente operativa. I primi caccia francesi sono decollati oggi lunedì 23 novembre, nel Mediterraneo orientale, per missioni militari sulle zone sotto controllo dello Stato Islamico in Iraq e in Siria. “Sceglieremo bersagli che faranno il massimo di danni possibili a questo esercito terroristico”, aveva dichiarato questa mattina il presidente François Hollande dopo aver incontrato il premier britannico David Cameron a Parigi.

Al momento le prime missioni sono rivolte verso l’Iraq e non verso la Siria. Lo ha annunciato il capo dello stato maggiore interforze, il generale Pierre de Villiers, da bordo dell’ammiraglia della Marina Militare, spiegando che “tutti gli obiettivi sono stati distrutti. Abbiamo svolto raid su Ramadi e Mosul in supporto delle forze di terra che combattono contro le truppe del Daesh”.

La portaerei era salpata mercoledì da Tolone per raggiungere il Golfo Persico. I 26 caccia imbarcati – Rafale e Super Etendard – triplicano la capacità dei raid francesi nella regione e si sommano ai 12 velivoli di stanza negli Emirati arabi Uniti e in Giordania (rispettivamente 6 Rafale e 6 Mirage 2000).

Vedi anche

Altri articoli