La politica secondo Marchini: “Storace è di sinistra”

Roma
Il candidato sindaco di Roma, Alfio Marchini, durante la presentazione delle liste di Forza Italia a Roma, 10 maggio 2016. 
ANSA/ANGELO CARCONI

Il candidato di Forza Italia in un’intervista a Repubblica: “Uno dei miei figli porta il nome di battaglia dei miei avi partigiani. Ma oggi la destra sociale di Storace è più a sinistra del Pd”

“Le storie non si smentiscono. Sono le nostre radici. E uno dei miei figli porta il nome di battaglia dei miei avi partigiani. Ma oggi la destra sociale di Storace è più a sinistra del Pd che, ricordo, governa il Paese con Verdini”. Lo ha affermato il candidato sindaco di Roma Alfio Marchini, in un’intervista alla Repubblica.

Marchini afferma che per prima cosa, se verrà eletto, interverrà sugli stipendi: “Trovo immorale che il Comune paghi i suoi dipendenti 1100/ 1200 euro al mese. Introdurremo uno stipendio minimo di 1500 euro per le fasce a salario più basso. Vivere oggi a Roma con 1100 euro è impossibile”.

“Secondo i nostri calcoli il costo del personale aumenterà solo di una sessantina di milioni, che incideranno su un bilancio di 6 miliardi l’anno: si deve e si può”, sottolinea. Infine Marchini torna sulla polemica legata alla celebrazione delle unioni civili confermando che non celebrerà nozze gay ma “tutte le leggi vanno rispettate. A Cesare ciò che è di Cesare, a Dio ciò che è di Dio. Da peccatore credente rivendico la supremazia laica nelle istituzioni repubblicane”.

Vedi anche

Altri articoli