La ‘ndrangheta sta colonizzando Milano

Mafia
Il procuratore aggiunto di Milano, Ilda Boccassini, gesticola nel corso della conferenza stampa per i 13 arresti, su richiesta della Procura distrettuale antimafia di Milano, nei confronti di altrettanti indagati per associazione di tipo mafioso, Milano, 28 ottobre 2014. ANSA/ DANIEL DAL ZENNARO

L’allarme è contenuto nel ‘Bilancio di responsabilità sociale’ presentato dal procuratore Bruti

Secondo il rapporto di un anno di attività della Direzione distrettuale Antimafia di Ilda Boccassini  la ‘ndrangheta sembra aver messo radici in pianta stabile a Milano e nell’hinterland. Nel rapporto si evidenzia come “alcuni piccoli paesi della Calabria (San Luca, Vibo Valentia, Rosarno, Limbadi, Grotteria e Giffoni), hanno di fatto colonizzato alcuni comuni dell’hinterland. La persuasiva presenza della ‘ndrangheta in territorio lombardo fa registrare un fenomeno dove una sottocultura criminosa ha la meglio in aree altamente industrializzate e ricche di servizi pubblici”.

Vedi anche

Altri articoli