La manovra portoghese promossa con riserva dall’Europa

Europa
epa05142505 European Commissioner for Economic and Financial Affairs Pierre Moscovici gives a press conference to present the European Winter 2016 Economic Forecast at the European Council in Brussels, Belgium, 04 February 2016. The eurozone economy is expected to expand by only 1.7 per cent this year, the European Commission said, revising down its growth predictions amid financial instability in China and other emerging markets.  EPA/OLIVIER HOSLET

La Commissione europea ha promosso la manovra economica presentata dal Portogallo. Moscovici: “Abbiamo voluto evitare di far riscrivere la manovra”

Il giorno dell’attesa decisione di Bruxelles sulla manovra portoghese è arrivato. Dopo giorni di trattative la Commissione europea ha deciso di promuovere con “riserva” i piani di bilancio presentati dal governo lusitano per il 2016. “La Commissione europea ha voluto ‘evitare’ una bocciatura della legge di stabilità del governo portoghese imponendone la riscrittura”. Lo ha precisato il commissario europeo per gli Affari economici, Pierre Moscovici, al termine della riunione straordinaria del collegio dei commissari sulla legge di stabilità del Portogallo.

Bruxelles ha chiesto a Lisbona di adottare le “misure necessarie” per evitare scostamenti dagli obiettivi di correzione dei conti. “Non si tratta di flessibilità vera e propria, perché – ha precisato Moscovici – la flessibilità non si applica ai Paesi che si trovano nel braccio correttivo previsto dal patto di stabilità”, vale a dire la supervisione che si ha quanto il rapporto deficit/Pil eccede il 3% (il Portagallo era al 4,2% nel 2015). Il commissario Ue ha ammesso che sul Portogallo sono stati avanzati “diversi dubbi”, ma alla fine la decisione è stata “unanime”.

Vedi anche

Altri articoli