La Germania approva il terzo pacchetto per il salvataggio di Atene

Grecia
epa04888920 German Chancellor Angela Merkel speaks during a special meeting at the Bundestag in Berlin, Germany, 19 August 2015. A special sitting of the Bundesdag is being held over the new financial assistance package for Greece.  EPA/WOLFGANG KUMM

Il Bundestag tedesco ha approvato con ampia maggioranza il terzo pacchetto di aiuti alla Grecia.

Il Bundestag tedesco ha dato il via libera al terzo pacchetto di aiuti da 86 miliardi di euro alla Grecia che prevede un ammontare di 86 miliardi di euro, con 454 si’, 113 no e 18 astenuti. Lo annuncia il presidente del Bundestag.

I deputati dell’Unione di centro-destra guidata da Angela Merkel (Cdu/Csu) sono 311 e, assieme ai socialdemocratici, la Grande Coalizione dispone di 504 seggi. Il partito di estrema sinistra, die Linke, e 56 deputati dell’Unione di centro-destra avevano preannunciato il voto contrario.

L’approvazione del terzo piano di aiuti comporta anche il via libera all’esborso della prima tranche di aiuti per la quale non sarà necessaria una nuova convocazione del Bundestag, la cui prossima riunione, dopo la pausa estiva, e’ stata fissata in via temporanea per martedì 8 settembre.

Il numero dei deputati contrari è  risultato più basso rispetto al mese scorso quando la Camera bassa fu chiamata a votare per il riavvio del negoziato sul piano di aiuti: in quell’occasione il via libera arrivò con l’opposizione di 119 deputati.

“Sarebbe irresponsabile non usare l’opportunità di un nuovo inizio” per la Grecia. Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble parlando al Bundestag tedesco per il voto sul terzo pacchetto di aiuti alla Grecia. Schaeuble rivolgendosi ai parlamentari tedeschi ha chiesto: “Votate per l’approvazione” degli aiuti. Il ministro ha anche sottolineato che “in Grecia il cambiamento è riconoscibile”.  “Per il governo tedesco è imprescindibile che il Fmi resti al tavolo con i suoi esperti”, ha spiegato.

Intanto le principali Borse europee hanno aperto in calo, in scia ai ribassi di Wall Street e della piazza di Tokyo, in attesa del voto sulla Grecia. In avvio a Francoforte il Dax cede lo 0,70% a 10839 punti, mentre a Parigi il Cac40 scivola dello 0,58% e a Londra l’indice Ftse100 segna un -0,37%. L’attenzione degli investitori è rivolta anche agli Stati Uniti, dove questa sera verranno pubblicati i verbali dell’ultima riunione della Fderal Reserve (Fed), che potrebbero fornire qualche indicazione sulla tempistica in merito al rialzo dei tassi di interesse.

 

Vedi anche

Altri articoli