La formazione ideale della Croazia di sempre

Dream team
NOTTINGHAM, UNITED KINGDOM - JUNE 19:  EM 1996 in ENGLAND, Nottingham; KROATIEN - PORTUGAL (CRO - POR) 0:3; Zvonimir BOBAN/CRO  (Photo by Henri Szwarc/Bongarts/Getty Images)

La Croazia potrebbe essere una delle sorprese di Euro 2016: abbiamo provato a schierare la formazione tipo di sempre della nazionale croata

La Croazia è una nazione giovane, e lo è ancor più calcisticamente. Nata dopo l’esplosione della Jugoslavia, la nazionale croata è stata la prima a raggiungere obiettivi importanti. Già nel 1996 partecipò per la prima volta agli Europei, raggiungendo i quarti di finale. Ancor meglio fece nel 1998, quando al mondiale di Francia conquistò la terza piazza, arrendendosi in semifinale ai francesi padroni di casa e in particolar modo a Lilian Thuram autore della doppietta decisiva.

Per schierare la Croazia abbiamo scelto il 4-3-1-2, che valorizza al meglio i campioni che hanno vestito la maglia a scacchi della Croazia. La formazione è composta principalmente dai giocatori della metà degli anni ’90 e dai campioni odierni.

Dreamteam2016_CROAZIA In porta abbiamo scelto Stipe Pletikosa che dal 1999 difende la porta della nazionale croata. Diciamo che il portiere non è mai stato il punto forte della formazione. La linea difensiva è composta da Darijo Srna sulla destra, recordman di presenza tra i croati e una sicurezza per la fascia negli ultimi anni. Per la fascia mancina la scelta non poteva che ricadere su Robert Jarni, terzino che ha vestito maglie prestigiose come quella del Real Madrid, Juve e Torino e che ha contribuito in maniera decisiva all’ottimo risultato ai mondiali di Francia. La coppia centrale è composta da Robert Kovač, una vita passata in Bundesliga, e Slaven Bilić centrale roccioso e molto difficile da saltare e protagonista dei mondiali di Francia.

Il centrocampo della Croazia è molto tecnico, come da tradizione con Robert Prosinečki uno tra i primi protagonisti della Croazia (aveva giocato con la Jugoslavia fino al 1990), Luka Modrić divino giocatore del Real Madrid con una qualità fuori dal comune, e Ivan Rakitić giocatore del Barcellona e anch’esso dotato di tanta tecnica. Completa il centrocampo, anche se lo schieriamo leggermente più avanzato Zvonimir Boban. Quando si pensa calcisticamente alla Croazia non si può non pensare a lui. E’ stato un talento cristallino e ha condotto la sua nazionale e anche il Milan a traguardi ragguardevoli. Il centrocampo è sicuramente il miglior reparto della Croazia, e possiamo dire uno dei migliori al mondo di sempre.

Per quanto riguarda l’attacco abbiamo scelto Davor Šuker, attaccante potente ed estroso che sin dall’inizio fino al 2002 ha guidato il reparto avanzato croato. Di fianco gli schieriamo Mario Mandžukić classico attaccante da aria di rigore, forte fisicamente anche se poco mobile. La mobilità e l’imprevedibilità non è il forte dell’attacco croato, ma con l’estro del centrocampo basta per considerarla tra le più forti nazionali europee di sempre.

Scrivi la tua opinione su Unità.tv

Vedi anche

Altri articoli