La Fontana di Trevi torna a splendere per romani e turisti

Roma
A general view of Trevi's Fountain after the restoration in Rome, Italy, 03 November 2015.
ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Oltre due milioni di euro per i lavori di restauro finanziati dalla maison Fendi

Anita Ekberg e Marcello Mastroianni celebrerebbero con un bagno nella fontana questo giorno tanto atteso: la Fontana di Trevi è stata “restituita” ai romani e ai turisti.

Dopo 17 mesi di restauro, i marmi e i travertini della fontana sono tornati a splendere e l’acqua ha iniziato a sgorgare: un bagno di folla ha salutato con un forte applauso la fine dei lavori e il nuovo look della fontana è stato immortalato da macchinette e cellulari delle tante persone che aspettavano da ore attorno al monumento per non perdere l’inizio dello spettacolo.

Il restauro made in Italy è stato finanziato con oltre due milioni di euro dalla maison Fendi, mentre l’illuminazione a led è stata realizzata da Acea. Si è trattato di un restauro innovativo grazie al ponte panoramico montato sull’opera che ha accolto da 100 fino a 240 persone per volta che hanno potuto vedere “da vicino” la fontana e ammirare particolari difficilmente visibili, mentre lungo la recinzione del cantiere, in pannelli trasparenti di plexiglas, sono stati montati due schermi che hanno mostrato immagini recenti e storiche legate alla fontana.

I numeri dei lavori. Tre milioni di visitatori, 516 giorni lavorativi su 600 previsti e quasi 60.000 visite al sito Internet. E ancora: 3.900 mq di travertino e marmi restaurati, 340 mq di stucchi, 100 mq di intonaci, 80 mq di laterizi e 320 mq di vasca restaurati. Nei lavori sono stati coinvolti 31 tecnici progettazione e direzione, 26 restauratori, 36 operai specializzati, 27 tecnici e 10 addetti alla sorveglianza.

UNITA32_20151103193703723

Vedi anche

Altri articoli