La confessione del monsignore: “Sono gay”. Il Vaticano lo licenzia

Vaticano
prete-gay

Coming out alla vigilia del Sinodo sulla famiglia. “Moltissimi i preti come me”

«Gli omosessuali li abbiamo da tutte le parti ma non li abbiamo mai guardati negli occhi. Dedico questo coming out al mio Eduardo, senza di lui io non saprei come trasformare la mia paura nella forza dell’amore. Parlo come sacerdote cattolico innamorato di un uomo», pronunciando queste parole, invitando l’intera Chiesa cattolica ad affrontare la questione, monsignor Krzystof Charamsa, polacco, da diciassette anni a Roma, ha dichiarato di essere gay, di avere un compagno, di essere orgoglioso di se stesso, e di sapere che Dio non lascia nessuno da solo. La scelta dei tempi è oculata, oggi…

Continua a leggere l’articolo, abbonati ora a l’Unità!

Vedi anche

Altri articoli