La Clinton c’è. “In buona salute, può essere presidente”

Usa2016
epa05411243 Presumptive Democratic presidential nominee Hillary Clinton greets striking workers outside the closed Trump Taj Mahal in Atlantic City, New Jersey, USA, 06 July 2016.  EPA/DOMINICK REUTER

Pubblicati i documenti relativi alla salute dei candidati: la Clinton oltre alla polmonite ( in via di guarigione) ha anche i trigliceridi alti ma può governare

Dopo il malore di domenica, le polemiche per aver tenuto nascosta per due giorni una polmonite che l’aveva debilitata fino a farle cedere le gambe, Hillary Clinton torna a fare campagna elettorale.

Lisa Bardack, il suo medico, ha affermato che il recupero della candidata democratica procede bene, grazie al riposo e agli antibiotici: Hillary è “in buona salute ed è adatta a ricoprire la carica di presidente degli Stati uniti“, ha affermato.

La Clinton è stata a riposo tre giorni, controllando quello che stava succedendole intorno da casa e facendo solo qualche sporadico intervento telefonico. “Mi sento molto meglio“, aveva anticipato in una intervista a Cnn già martedì sera dalla sua casa di Chappaqua, nello stato di New York, dove è rimasta a riposo. Tuttavia Nick Merrill ha fatto sapere che Clinton pur restando ha casa ha continuato a lavorare: “ha passato la giornata leggendo e facendo telefonate e ha guardato l’intervento di Obama da Philadelphia in Tv”, ha detto Merrill in una nota.

Oggi la candidata democratica riprenderà la sua campagna elettorale e sarà in North Carolina, a Greensboro, dove parteciperà a un evento pubblico.

Intanto il suo staff ha mantenuto la promessa fatta alla stampa ed ha pubblicato alcuni documenti sulle sue condizioni di salute fra cui anche l’ecografia ai polmoni da cui si evince che la candidata ha una lieve polmonite non contagiosa. L’unica vera nota dolente, fa notare la Cnn, sarebbe invece un aumento di 100 punti dei trigliceridi – ora sono a 159 – rispetto all’anno precedente.

Anche Donald Trump ha pubblicato parte della sua cartella clinica, ricevendo molte critiche per il fatto che si trattasse, però, di informazioni molto parziali.

L”ex segretario di Stato è pronto per rimettersi in moto e soprattutto per mettere a tacere le voci che continuano a sostenere che non abbia il fisico per sostenere una presidenza: prima fra tutti il suo avversario politico. Il candidato repubblicano in un comizio in Ohio ha infatti dichiarato: “Pensate che Hillary sarebbe in grado di starsene in piedi qui per un’ora e fare quello che sto facendo? Non so, non credo proprio”.

La battaglia sullo stato di salute della Clinton si è davvero conclusa?

Vedi anche

Altri articoli