La buvette di Montecitorio alza i prezzi, da oggi scontrini “più salati” per i deputati

Consumi
WCENTER 0XHHAFPMFH                20070705 - ROMA - HUM - CAMERA: RISTORAZIONE A PRIVATI, RISPARMIO PER 3,7 MLN/ANNO. La buvette ( bar ) della Camera dei Deputati. Via libera dell'ufficio di presidenza della Camera all'esternalizzazione del servizio di ristorazione di Montecitorio. L'operazione e' stata decisa stamani, e consentira' alla Camera un risparmio annuo di circa 3.700.000 euro.  ANSA / ETTORE FERRARI /DC

Stretta su uno degli snack più amato dai deputati: le mandorle salate.

Dopo le polemiche dei giorni scorsi sugli scontrini della buvette di Montecitorio, da oggi arriva anche l’aumento dei prezzi. Lo storico bar infatti alza i prezzi di molti prodotti: il caffè passa da 80 a 90 centesimi, il cappuccino costerà 1,20, il cornetto passa da 1 euro a 1,20, i mignon da 60 centesimi a 80 centesimi. Aumenta anche il prezzo del prosecco che da oggi costerà 4 euro e degli aperitivi alcolici che costeranno 4,50 euro. Per quanto riguarda il pranzo subiscono un aumento di prezzo i fritti, con il consumatissimo supplì che passa da 1.30 a 1.50 euro.

Ci sarà una stretta anche su uno degli snack che sembra essere il più amato dai deputati: le mandorle salate. Da oggi saranno offerte gratuitamente solo con l’aperitivo e chi vorrà accompagnarle ad altre bevande le dovrà pagare, cosa che fino ad oggi non succedeva.

Alla buvette spiegano come il bar di Montecitorio si sia allineato a un qualunque bar del centro storico di Roma ma per il Codacons ancora non è abbastanza: “I prezzi alla Buvette continuano ad essere più bassi rispetto i listini medi pagati dai cittadini italiani – denuncia il Presidente Carlo Rienzi. “Sembra proprio che i politici italiani, nonostante i nuovi listini della Buvette, continueranno a godere dei soliti privilegi, spendendo meno per bere e mangiare rispetto a quanto pagano mediamente i cittadini italiani”, conclude Rienzi.

Vedi anche

Altri articoli