It’s only rock ‘n’ roll, Cuba. La lunga notte degli Stones all’Avana

Musica
rolling cuba

Previste almeno 500mila persone

Mick Jagger, Keith Richards, Ronnie Wood e Charlie Watts (con il loro imponente seguito) sono a Cuba: stanotte si esibiranno gratis davanti ad almeno 500mila persone alla Ciudad sportiva dell’Avana.

Un concerto storico, dal chiaro significato simbolico. A pochi giorni dalla visita di Obama, primo presidente americano da decenni sbarcato a Cuba, l’esibizione del più grande e longevo gruppo rock del mondo segna uno spartiacque ideale nella vicenda dell’isola. E anche il fatto che sia un concerto free contribuisce a farne un appuntamento memorabile, soprattutto per i giovani cubani.

Per l’occasione gli Stones hanno realizzato un video.

 

 

Tocca dunque agli Stones – e a chi altri sennò? – segnare il cambio d’epoca che l’isola di Castro (Raul più che Fidel) sta vivendo. D’altronde sono loro il simbolo del rock ‘n’ roll nella versione più trasgressiva, sono ancora la voce di Jagger, gli assoli di Richards e l’energia di tutta la band a dire che le cose cambiano. E che la forza di Satisfaction accompagni la lunga notte dei giovani di Cuba.

 

 

Vedi anche

Altri articoli