Italia, Spagna e Croazia provano a chiudere il discorso qualificazione

Euro 2016
Italy's players celebrate the victory at the end of the UEFA EURO 2016 group E preliminary round match between Belgium and Italy at Stade de Lyon in Lyon, France, 13 June 2016.
ANSA/DANIEL DAL ZENNARO
(RESTRICTIONS APPLY: For editorial news reporting purposes only. Not used for commercial or marketing purposes without prior written approval of UEFA. Images must appear as still images and must not emulate match action video footage. Photographs published in online publications (whether via the Internet or otherwise) shall have an interval of at least 20 seconds between the posting.)

Oggi potrebbero esserci i primi verdetti nei gruppi D ed E. Gli azzurri in caso di vittoria accederebbero agli ottavi di finale

Oggi è il giorno dei gruppi D ed E dove Italia, Spagna e Croazia potrebbero risolvere la questione qualificazione.

Ore 15:00 Girone E Italia-Svezia. Rai, Sky

È il giorno dell’Italia, dopo la bella prestazione contro il Belgio gli azzurri proveranno a confermarsi e a qualificarsi agli ottavi di finale con una giornata d’anticipo. L’Italia vista contro i Diavoli Rossi, non dovrebbe aver problemi a regolare la Svezia, specie quella vista all’esordio contro l’Irlanda. Gli uomini di Conte dovranno mantenere la concentrazione e l’umiltà dimostrata nella prima partita del girone. La difesa è sicuramente il punto forte della squadra, che può contare anche sugli inserimenti dei centrocampisti.

Quella contro l’Italia sarà la prova del 9 per gli svedesi, troppo brutti contro l’Irlanda. Il pericolo numero uno si chiama Zlatan Ibrahimovic, a patto che giochi più vicino alla zona calda e non sia costretto ad arretrare per fare gioco. E’ lui l’unica vera stella degli scandinavi, anche se non è da sottovalutare John Guidetti, un fattore da quando ha fatto il suo ingresso in campo nella gara d’esordio.

L’Italia non dovrebbe aver problemi contro la Svezia a patto di imbrigliare bene Ibrahimovic e pressare i centrocampisti, non proprio sicurissimi nell’impostazione.

Ore 18:00 Girone D Croazia-Repubblica Ceca. Esclusiva Sky

Le due squadre hanno fatto un’ottima impressione nella gara d’esordio, vincente per i croati e perdente per i cechi. La Repubblica Ceca contro la Spagna ha fatto vedere un’insolita solidità difensiva, tallone d’Achille della squadra nelle ultime stagioni. Le stelle della squadra sono Petr Čech e Tomáš Rosický e il loro punto di forza è certamente il centrocampo che può contare anche sull’esperto Jaroslav Plašil.

La Croazia è una delle possibili sorprese di questo Europeo; ha tanta classe, soprattutto a centrocampo, e un gioco spumeggiante. La partita d’esordio è andata bene, anche se per vincerla c’è voluta una magia del fuoriclasse madrileno Luka Modrić. Dicevamo che il centrocampo è il punto forte, probabilmente è il più forte di questo Europeo potendo contare oltre che su Modric su Perišić, Rakitić, Brozović e Kovačić, veramente tanta roba.

La Repubblica Ceca non dovrebbe riuscire ad impensierire la Croazia, anche se contro la Spagna ha dimostrato di poter dire la sua.

Ore 21:00 Girone D Spagna-Turchia. Rai, Sky

La Turchia è arrivata a questo Europeo pensando di poter far bene, la rosa è giovane e competitiva, anche se povera di attaccanti. La prima partita non è andata benissimo, la differenza di qualità tra le due squadre si è vista. In particolar modo è sembrato sottotono il capitano della squadra e uomo più rappresentativo Arda Turan.

Gli spagnoli hanno faticato molto ad avere la meglio sulla Repubblica Ceca e c’è voluto un gol di Piqué nel finale. In Spagna non sono piaciute molto le scelte di Vicente del Bosque che ha deciso di non schierare insieme le due punte nemmeno quando la squadra era in pressing per cercare il vantaggio.

La partita non sarà facilissima per gli spagnoli, ma se Andrés Iniesta giocherà nel modo in cui ha disputato la prima partita per le Furie rosse non ci saranno problemi.

Vedi anche

Altri articoli