Italia-Belgio: cosa raccontano i precedenti e cosa dicono i bookmakers

Euro 2016
belgio_italia

Stasera azzurri in campo a Lione contro il Belgio più forte degli ultimi anni per provare a sovvertire un pronostico sfavorevole

Ci siamo. Il tanto atteso momento dell’esordio della Nazionale agli Europei di Francia è finalmente arrivato. Si gioca a Lione, contro il Belgio, alle ore 21. Esordio peggiore per gli azzurri non poteva esserci. La squadra guidata da Marc Wilmots ha avuto negli ultimi anni una crescita vertiginosa, in questo momento si trova al secondo posto del ranking Fifa (l’Italia è dodicesima) e può contare su una sfilza di giovani talenti che fanno invidia a molte delle squadre del Vecchio Continente.

I bookmakers dicono Belgio e pochi gol, ma occhio al 3-1
Il pronostico, quindi, dice Belgio. E lo confermano anche le quote dei bookmakers. I diavoli rossi partono da favoriti, piazzati a 2,50 sul tabellone Paddypower.it. Per gli azzurri sarebbe la prima sconfitta in match ufficiali dopo 11 turni senza sconfitte seguiti all’eliminazione con l’Uruguay ai Mondiali del 2014. La quota sale a 3,00 per il pareggio, poco più su la valutazione sull’Italia quotata a 3,05. Belgio-Italia è anche la sfida tra due delle migliori difese europee. E’ per questo che nelle scommesse sul numero di reti della gara, i quotisti scelgono l’Under (meno di tre gol complessivi), opzione offerta 1,56. Curiosità statistica: nelle ultime quattro sfide il risultato più frequente è stato il 3-1 (due volte a favore dell’Italia, una per il Belgio), un punteggio che pagherebbe 22 volte la scommessa in caso di sconfitta azzurra e 26 con una vittoria della Nazionale.

I precedenti nettamente a favore degli azzurri e di Conte
Nonostante i pronostici contrari, la Nazionale azzurra ha una storia tale e una tradizione che non può e non deve aver paura di nessuno. Ventuno le sfide tra le due nazionali. Una storia lunga più di un secolo che comincia il lontano 1 maggio 1913 con gli azzurri che a Torino si impongono 1-0. A differenza dell’ultima partita con i diavoli rossi che lo scorso 13 novembre, a Bruxelles, rifilano un secco 3-1 alla squadra di Conte. Per ritrovare il sorriso l’allenatore salentino può tornare con la mente a 16 anni fa, un faccia a faccia con il collega Wilmots, ma allora tra i due ex centrocampisti la lotta era tutta sul campo. Il 14 giugno del 2000, agli Europei di Belgio e Olanda, l’Italia di Zoff, nella fase a gironi, si impone 2-0 con i gol di Fiore e Totti. In tutti i precedenti, si contano tredici vittorie azzurre, quattro pareggi, e quattro vittorie belghe. Il primo ko italiano il 24 febbraio 1952, all’Heysel, un secco 0-2 che in qualche modo permise ai belgi di riscattare le sei sconfitte incassate nei precedenti incontri, tra queste anche un umiliante 6-1 che maturo’ nell’amichevole del 1938 a Milano. L’unico successo del Belgio in partite con posta in palio arrivò il 13 maggio del 1972, con i “diavoli rossi” che si imposero per 2-1 in un match valido per gli Europei.

Vedi anche

Altri articoli