Istat, la disoccupazione scende. Renzi: “497mila posti di lavoro in più da febbraio 2014″

Lavoro
istat-lavoro

Il presidente del Consiglio su Twitter: “Il Jobs Act ha creato lavoro stabile”

Torna a scendere il tasso di disoccupazione che a maggio è pari all’11,5%. Dopo l’aumento di aprile (+1,5%) la stima dei disoccupati a maggio – comunica l’Istat – cala dello 0,8% (-24 mila)Il calo interessa sia gli uomini (-1,0%) sia le donne (-0,6%).

Quanto all’occupazione, spiega poi l’istituto di statistica, dopo l’aumento registrato nei due mesi precedenti (+0,3% a marzo e ad aprile) la stima degli occupati a maggio sale ancora, seppure in modo lieve (+0,1%, pari a +21 mila persone occupate). La crescita dell’occupazione è attribuibile alla componente femminile e riguarda i dipendenti (+11 mila i permanenti, +37 mila quelli a termine) mentre calano gli indipendenti (-28 mila). Il tasso di occupazione, pari al 57,1%, aumenta di 0,1 punti percentuali sul mese precedente.

Su base annua si conferma dunque la tendenza all’aumento del numero di occupati (+1,3%, pari a +299 mila). E se si allarga l’orizzonte a febbraio 2014,  data di insediamento dell’attuale governo, i posti di lavoro in più sono 497mila. Lo sottolinea lo stesso presidente del Consiglio Matteo Renzi commentando i dati dell’Istat su Twitter: “Il Jobs act sta creato lavoro stabile #avantitutta”.

Vedi anche

Altri articoli