Iraq, nuovo attentato dell’Isis: sono almeno 14 le vittime

Ultim'ora
Baghdad

L’Isis rivendica con un comunicato sui social netowork l’attacco al centro commerciale di Baghdad e un attentato suicida nella zona orientale della capitale irachena

È di 14 morti secondo la polizia, per altre fonti 12, e di almeno 36 feriti il bilancio di un assalto kamikaze con autobombe, armi da fuoco e una presa di ostaggi in un centro commerciale di Baghdad conclusosi con l’uccisione da parte delle forze di sicurezza di tutti “i terroristi”, che sarebbero stati quattro. Liberate le persone che erano state fatte ostaggio.
L’attacco è stato quasi subito rivendicato dall’Isis: un gruppo di uomini armati ha fatto esplodere una autobomba e ha aperto poi il fuoco in un quartiere affollato di Baghdad, prima di prendere delle persone in ostaggio in un centro commerciale.

“I terroristi erano quattro ed indossavano divise dell’esercito”, ha affermato ai media locali presidente della Commissione sicurezza del parlamento Hakim al Zamili il quale ha accusato i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) di “cercare disperatamente il modo per vendicare le sue sconfitte sul campo di battaglia”.

Lo Stato Islamico controlla gran parte del nord e occidentale dell’Iraq e torna a colpire il centro della città dopo la sconfitta subita il mese scorso, quando le forze irachene hanno guidato gli estremisti fuori dalla città occidentale di Ramadi, capoluogo della provincia di Anbar tentacolare.

Vedi anche

Altri articoli