Indipendenza? I catalani (per ora) dicono “no”

Mondo
epa04953517 Pro-sovereignty bloc Junts pel Si (Together for the Yes) leaders Raul Romeva (C), Artur Mas (2-R) and Oriol Junqueras (R) celebrate the results of the elections in Barcelona, Catalonia, Spain, 27 September 2015. A coalition of separatists who promised independence for the Spanish region of Catalonia emerged as the likely victors in parliamentary elections, preliminary results showed.  EPA/ALBERTO ESTEVEZ

Secondo un sondaggio del Centro de Estudios de Opinión de la Generalitat le persone a favore della secessione sono in aumento

Catalogna indipendente, sì o no? I catalani si dividono e se oggi si facesse un referendum per decidere il destino della comunità autonoma vincerebbe il “no” all’indipendenza anche se di un solo punto percentuale. 

Lo rivela un sondaggio realizzato dal Centro de Estudios de Opinión de la Generalitat su un campione di 2mila persone che si sono così suddivise: un 47,8% a favore del no e un 46,7% per il . Quasi un pareggio.

Una distanza tra le due posizioni che negli ultimi mesi si è andata accorciando: in un sondaggio realizzato dallo stesso Centro studi statistici catalano a giugno, i contrari all’indipendenza dalla Spagna erano al 50% mentre il 42,9% si dichiarava favorevole all’indipendenza della comunità autonoma.

Quindi, anche se quasi il 48% degli intervistati attualmente preferisce mantenere il legame con Madrid, il desiderio di indipendenza tra i catalani sembrerebbe salire e tra indipendenza, federalismo e autonomia, preferiscono di gran lunga (41%) la prima opzione contro un 27,4% favorevole al federalismo e un 22,2% per l’autonomia.

Le ultime vicende politiche e la posizione dura del governo di Madrid, potrebbe portare, nei prossimi mesi, a un sorpasso degli indipendentisti?

Vedi anche

Altri articoli