Indagati De Luca e il suo braccio destro

Campania
Il  presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca all'Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno a Portici (Napoli) in una conferenza stampa dedicata alle problematiche della Terra dei Fuochi, 22 giungo 2015.
ANSA/ CIRO FUSCO

L’accusa è di corruzione per induzione. Coinvolto anche un magistrato

Scandalo in Campania: il governatore De Luca è indagato con Carmelo Mastursi, suo ex capo della segreteria nell’ambito di una inchiesta aperta dalla Procura di Roma che coinvolge anche un magistrato della I sezione civile del Tribunale di Napoli, Anna Scognamiglio.

Sette i nomi degli indagati iscritti dalla Procura di Roma per questa vicenda. L’accusa è di corruzione per induzione.

Secondo indiscrezioni il dossier sarebbe stato aperto dopo l’ascolto di una intercettazione nella quale il marito della Scognamiglio, parlando con Carmelo Mastursi, avrebbe chiesto “un favore” spiegando che in cambio avrebbe fatto “intervenire” la moglie su una vicenda che stava a cuore all’allora capo della segreteria del presidente della Giunta campana. Di qui una promessa, secondo il teorema dei pm, a conferire a Manna un incarico nella sanità regionale.

 

Vedi anche

Altri articoli