Inchiesta Tempa Rossa: concluso l’interrogatorio a Maria Elena Boschi. I Pm: incontro necessario

Governo
Il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento, Maria Elena Boschi, durante l'incontro "Portando l'Italia nel futuro: la riforma delle istituzioni" alla Facoltà di Economia dell'Università La Sapienza, Roma, 21 marzo 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Non è stata invece ancora calendarizzata l’audizione dell’ex ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi

Si è concluso l’incontro tra il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, e i pm di Potenza che indagano sull’impianto di Tempa Rossa. L’interrogatorio si è svolto in uno degli uffici della presidenza del Consiglio, a largo Chigi. Ascoltare il ministro, ha spiegato ai giornalisti il procuratore della Repubblica di Potenza, Luigi Gay, “era necessario”. Nessun commento invece alle parole pronunciate dal premier Renzi alla direzione Pd, secondo il quale le inchieste della Procura potentina non vanno a sentenza.

La ministra è stata sentita in qualità di persona informata dei fatti, in particolare per quanto riguarda l’emendamento inserito nella legge di stabilità menzionato dall’ex ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi durante una telefonata con il suo compagno, Gianluca Gemelli. L’emendamento riguardava lo sblocco di interventi strutturali legati alle estrazioni petrolifere in Val d’Agri, nel potentino.

All’interrogatorio del ministro Boschi, oltre al procuratore della Repubblica di Potenza, Luigi Gay, e ai pm Basentini e Triassi, hanno partecipato anche il magistrato della Direzione nazionale antimafia, Elisabetta Pugliese, e il dirigente della squadra mobile di Potenza, Carlo Pagano.

 

Vedi anche

Altri articoli