“Immagina un’estate senza Rajoy”: la campagna del Psoe punta sull’ironia – VIDEO

Spagna
20160610_psoe_spot_U

I partiti spagnoli puntano su una campagna elettorale creativa e ironica: anche il partito conservatore Pp ha realizzato una serie di video con slogan e contenuti divertenti

Con l’inizio della campagna elettorale, è partita anche la sfida alle idee comunicative più originali da Podemos, che ha pubblicato il proprio programma elettorale ispirandosi al catalogo Ikea, fino ai partiti più “tradizionali” come il Psoe che con un nuovo video uscito in questi giorni rompe la tradizione ed esce dagli schemi della classica comunicazione politica da campagna elettorale.

Il video gioca sulle sensazioni positive date dall’estate, la stagione più attesa dell’anno: il primo bagno della stagione, il piacere di stendersi sulla sabbia, le cene all’aperto insieme agli amici, le notti stellate di agosto. Ma è anche la stagione in cui gli spagnoli torneranno a votare, il prossimo 26 giugno. E per questo il video si conclude con un solo slogan: “L’estate ha dei momenti insuperabili, immaginala senza Rajoy”. Uno spot anti Rajoy, senza contenuti programmatici, ma con tante sensazioni in cui ogni elettore si possa riconoscere e identificare. Uno slogan divertente che è diventato anche un hashtag – #ImagínateloSinRajoy – che sta spopolando su Twitter.

Il video del Psoe conferma la tendenza di tutti i principali partiti di puntare anche sull’ironia e sulla creatività per convincere i propri elettori. A sorprendere, però, è soprattutto il Partido popular da cui ci si aspettano messaggi più tradizionali, ma che ha invece deciso di affiancare ai video più classici, anche degli spot più originali nei quali il partito conservatore spagnolo punta su un messaggio chiaro e semplice: “Siamo il partito più vitato perché ci vota gente molto diversa”.

 

Un invito a superare i pregiudizi, attraverso dei video in cui compaiono degli ipotetici elettori del Pp che vanno fuori dai cliché di chi vota un partito conservatore. Ad esempio un hipster vegano che va a lavoro in bicicletta e che passa l’estate a salvare le balene. I suoi amici lo guardano perplessi e cercano di capire perché si sia deciso a votare Rajoy. Un po’ imbarazzato, il giovane hipster balbetta un paio di motivi per votarli e poi conclude: “Che io sappia Rajoy non ha niente contro le balene. No?”.

Vedi anche

Altri articoli