Il trend si inverte: il Sì torna a crescere e supera il No

Referendum
Il Presidente del consiglio Matteo Renzi durante il suo intervento in occasione dell'apertura della campagna per il sì al referendum costituzionale di autunno, al teatro Niccolini di Firenze, 2 maggio 2016. ANSA/ US PALAZZO CHIGI - TIBERIO BARCHIELLI
+++ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING+++

Il sorpasso è spiegato anche dall’aumento dell’affluenza prevista. Solo il 5% pronto a votare contro la riforma per dare la spallata a Renzi

I sondaggi registrano un’inversione di tendenza nelle previsioni di voto in vista del referendum costituzionale. Secondo l’ultima rilevazione riservata di Ipsos giunta a palazzo Chigi, infatti, dopo un periodo di difficoltà il Sì sarebbe tornato in testa, con il 51% contro il 49% di No. A determinare il ‘sorpasso’ è soprattutto la maggiore mobilitazione degli elettori che, iniziando a conoscere meglio la posta in palio e i contenuti della riforma, appaiono maggiormente orientati a recarsi alle urne. Rispetto a un mese fa, infatti, l’affluenza prevista aumenta del 4%, passando dal 52 al 56%. E mancano ancora almeno tre mesi al voto.

Il rischio, paventato da molti dentro il Pd e non solo, di una eccessiva personalizzazione dell’appuntamento referendario non sembrerebbe incidere più di tanto sulle scelte degli elettori. Secondo Ipsos, infatti, solo il 5% dei votanti sceglierebbe il No in funzione anti-Renzi, per “dare una spallata” al premier e al governo. La percentuale sarebbe più alta invece secondo le rilevazioni di Swg, ma l’effetto registrato – in questo caso – non sarebbe esclusivamente contrario all’esecutivo. Infatti, se il 19% si sentirebbe più motivato a votare No se la bocciatura della riforma dovesse determinare le dimissioni di Renzi, per il 74% degli intervistati gli effetti della consultazione sull’esecutivo non incidono sulla scelta alle urne o piuttosto motivano a votare Sì.

Vedi anche

Altri articoli