Il tonfo dell Borse asiatiche affonda l’Europa

Finanza
epa05087375 Chinese investors look at a screen showing stock movements at a stock brokerage house in Beijing, China, 04 January 2016. Shares plunged across Asia and trading was halted on the Chinese markets 04 January on a miserable start to 2016 for investors in the region. Trading on China's main bourses, the Shanghai and Shenzhen stock exchanges, halted for the day as a benchmark index fell over 7 per cent off the back of weak Chinese manufacturing data.  EPA/HOW HWEE YOUNG

Anche le borse europee sono in forte calo dopo il tonfo del 7% alla borsa di Shanghai

Le borse asiatiche terminano a picco la loro corsa dopo il tonfo del 7% di Shanghai che ha determinato la chiusura automatica del listino cinese. Tokyo scende del 3,06% e Hong Kong perde il 2,68%. l crollo dei listini cinesi è stato scatenato dall’indice pmi Caixan sulla manifattura cinese, sceso a dicembre a 48,2 per il quinto mese consecutivo. Alla caduta delle borse asiatiche, oltre ai timori sull’economia cinese, ha contribuito anche il riaccendersi delle tensioni in Medio Oriente, con l’espulsione dei diplomatici iraniani dall’Arabia Saudita. “Stavamo iniziando a vedere segnali che il rallentamento dell’economia cinese aveva fatto il suo corso, perciò i dati di oggi sono deludenti” ha commentato a Bloomberg Masayuki Otani, chief strategist di Securities Japan. “Il tema dell’Arabia Saudita e dell’Iran può essere positivo per il petrolio – ha aggiunto – ma un aumento dei rischi geopolitici è nel complesso negativo per i mercati finanziari”.

Anche le borse europee sono in forte calo dopo il tonfo del 7% alla borsa di Shanghai, che ha determinato la chiusura automatica dei listini cinesi. Nel primo giorno di quotazione del nuovo anno Londra va giù dell’1,42%. A Milano l’indice Ftse Mib perde il 2,34%. Francoforte arretra del 3,01% e Parigi del 2,57%. A Milano il titolo Ferrari debutta a 43 euro e poi retrocede dell’1,6%.

Vedi anche

Altri articoli