Il “sistema Sesto” non esiste, Penati assolto da tutte le accuse

Giustizia
Filippo Penati durante la seduta del consiglio regionale della Lombardia, oggi 28 luglio 2011 a Milano. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO

L’ex presidente della Provincia di Milano assolto dal tribunale di Monza: “Finita un’ingiustizia durata quattro anni e mezzo”

L’ex presidente della Provincia di Milano ed ex sindaco di Sesto San Giovanni, Filippo Penati (Pd), è stato assolto dal tribunale di Monza, presieduto da Giuseppe Airò, nell’ambito del processo sul cosiddetto “Sistema Sesto”. Penati era accusato di corruzione e finanziamento illecito dei partiti ed è stato assolto perché “il fatto non sussiste”. Anche gli altri nove imputati nell’ambito dello stesso processo sono stati tutti assolti. Per Penati l’accusa aveva chiesto una condanna a 4 anni.

Tra gli imputati anche gli imprenditori Piero Di Caterina e Giuseppe Pavini, l’architetto Renato Sarno e Bruno Binasco del gruppo Gavio, l’ex segretario generale della Provincia di Milano, Antonino Princiotta, e Giordano Vimercati, ex capo Gabinetto della Provincia di Milano, per quest’ultimo era già stata chiesta dall’accusa l’assoluzione con formula piena.

“Con questa sentenza si è messa fine ad un’ingiustizia durata quattro anni e mezzo”, ha detto Penati. “Esce pulita la mia immagine di amministratore ed è stata restituita la mia onorabilità“, ha aggiunto.

L’assoluzione di Filippo Penati non sorprende Pier Luigi Bersani, l’ex segretario Pd, su Facebook, commenta così la chiusura del caso giudiziario che riguardava il suo ex capo della segreteria: “Assolto Penati. Io non ho mai dubitato. Ma quanto sono lunghi quattro anni?”.

Vedi anche

Altri articoli