Il governo Usa teme cyberattacchi russi all’Election Day

Usa2016
GTY_donald_trump_hillary_clinton_sk_150619_16x9_992

Secondo fonti di intelligente citate da Nbc Mosca è stata avvertita che qualunque tentativo di manipolare il voto o il conteggio dei voti sarebbe considerato una violazione grave

Il governo degli Stati Uniti ritiene che hacker russi o di altra nazionalità tenteranno di sabotare le elezioni presidenziali delle prossima settimana e sta organizzando un’inziativa senza precedenti per bloccare intrusioni informatiche.

Lo riferisce la rete tv Usa NBC. L’iniziativa è coordinata dalla Casa Bianca e dal Dipartimento della sicurezza interna, ma coinvolge anche la CIA, l’Agenzia per la sicurezza nazionale, e altri elementi del Dipartimento della difesa.

Secondo fonti di intelligente citate da NBC Mosca è stata avvertita che qualunque tentativo di manipolare il voto o il conteggio dei voti sarebbe considerato una violazione grave.

“I russi sono all’offensiva e gli Usa stanno elaborando strategia per rispondere, ai massimi livelli” ha detto l’ex ambasciatore Usa in Russia Michael McFaul. Il governo è in allerta, teme tentativi di creare il caos nell’Election Day e si prepara allo scenario peggiore, come un cyberattacco che prenda di mira la rete elettrica o internet, hanno detto le fonti a Nbc.

Ma secondo molti funzionari, l’eventualità più probabile è un’iniziativa di basso livello da parte d hacker russi o di altri Paesi per diffondere informazioni false via Twitter, Facebook e altri social media. Per esempio si teme che all’ultimo minuto vengano diffusi documenti falsi che implicano uno dei candidati in un grave scandalo, senza lasciare tempo ai media di verificare. Finora è accaduto che documenti falsi diffusi dai russi abbiano danneggiato la candidata democratica Hillary Clinton e favorito Donald Trump.

I russi “vogliono seminare quanta più confusione possibile e sabotarci come è già accaduto altrove” ha detto un autorevole funzionario dell’amministrazione Obama. “Quindi vogliamo avere a nostra disposizione tutti gli strumenti possibili ed essere preparati a rispondere a quel che faranno”.

Vedi anche

Altri articoli