Il gelato italiano si squaglia in mani straniere: Grom passa a Unilever

Economia

Il gelato made in Italy acquisito dal colosso anglo-olandese: “Ma la produzione resterà a Torino”

Grom il gelato made in Italy in mano al colosso Unilever. La multinazionale anglo-olandese ha acquisito l’azienda torinese fondata da Federico Grom e Guido Martinetti nel 2003. L’azienda torinese ha avuto un immediato successo grazie alla qualità dei gelati, e in 12 anni ha aperto 67 negozi nel mondo. Un marchio importante che fa della qualità il suo mantra.

E si ricorda anche il carrettino (Grom, ma con il logo nascosto) portato da Renzi a palazzo Chigi, per rispondere alle polemiche sollevate dall’Economist, che lo ritraeva in copertina con un cono in mano, alle spalle di Merkel e Hollande.

L’acquisizione di Grom da parte di Unilever potrebbe essere un’occasione per far conoscere ancora di più l’eccellenza del gelato italiano nel mondo, occasione che potrebbe aprire nuovi mercati ancora non raggiunti dal gelato made in Italy.

Al momento dell’acquisizione i rappresentanti della multinazionale Unilever hanno fatto sapere che “il business di Grom resterà autonomo e continuerà ad essere gestito dai due fondatori“. I dettagli dell’operazione non sono stati comunicati. La multinazionale anglo-olandese è già presente nel mercato dei gelati, con il marchio Algida.

“Continueremo ad utilizzare i migliori ingredienti provenienti dalla nostra azienda agricola biologica Mura Mura e quelli realizzati dai nostri fornitori, e manterremo la produzione a Torino, per continuare ad offrire ai nostri consumatori i gelati ed i sorbetti che amano”, ha detto Martinetti. “Siamo orgogliosi di aver la possibilità di lavorare insieme ai migliori manager di Unilever, perché – aggiunge Marinetti – siamo certi che grazie alle loro competenze e alla loro conoscenza dei mercati internazionali riusciremo a realizzare il sogno, nato 12 anni fa in un piccolo negozio nel centro di Torino, di portare il gelato italiano di qualità nel mondo”.

L’altro fondatore Federico Grom ha spiegato che “questo è un traguardo importante per Grom perché ci permette di realizzare le nostre ambizioni. Unilever è una realtà internazionale con importanti radici in Italia e una forte conoscenza del nostro mercato, dove è presente da 50 anni. Riteniamo – continua Grom – che Unilever, con la quale condividiamo valori fondamentali, come la cura della qualità e della filiera agricola, sia il partner giusto per fare un ulteriore passo in avanti, e portare così il nostro brand ed i nostri prodotti in nuovi paesi”.

Vedi anche

Altri articoli