Il capogruppo M5S della Regione Veneto scrive ai vigili: “Toglietemi la multa”

M5S
scarabel2-845x522

Simone Scarabel, consigliere della Regione Veneto e capogruppo del Movimento 5 Stelle, è stato sanzionato per eccesso di velocità

Simone Scarabel, consigliere della Regione Veneto e capogruppo del Movimento 5 Stelle, è stato sanzionato per eccesso di velocità: l’autovelox tra Rosara e Codevigo, sulla Romea in provincia di Padova, l’ha pizzicato mentre andava a 113 chilometri orari in un tratto dove il limite è di 90 km/h. Adesso che si sono fatti casta, ne hanno pure assunto tutti i mali e i vizi più spregevoli. Tra questi anche l’insana abitudine di cercare di farsi togliere la multa dal sindaco di turno. Ne sa qualcosa il capogruppo del M5S in Consiglio regionale del Veneto, Simone Scarabel.

E’ il Gazzettino, ha raccontare la storia spiegando che Scarabel invece che pagare la multa ha contestato il regolare funzionamento dell’autovelox e ha chiesto che gli venisse tolta la contravvenzione.

Lui si difende, come si può leggere nel suo post di Facebook: “Ho preso una multa all’autovelox e come ogni normale cittadino che abbia dubbi sulla regolarità della stessa, ho fatto ricorso. Ed ecco che anche per qualcosa di normale, partono gli attacchi. Perché ogni motivo è buono per attaccare i 5 Stelle”.

Ma al Comando della polizia locale quando gli è stato chiesto in quale veste agiva, se da normale cittadino o da politico, Scarabel avrebbe risposto: “Entrambe le vesti”.  Secondo il Gazzettino per chiedere l’annullamento è stata usata la carta intesta del gruppo consiliare regionale del Movimento 5 stelle. Ma Scarabel rigetta l’accusa e allega la foto del ricorso, anche se la richiesta dei documenti pare sia stata fatta proprio con la carta intestata del M5S.

Vedi anche

Altri articoli