Il 21 maggio il referendum-day, tutti i dirigenti in campo per il via alla campagna

Pd
pd-bandiere

Tutti i dirigenti, ministri e parlamentari in campo: Renzi al nord, Boschi in Emilia, Lotti in sardegna

 

Dopo la Direzione di ieri il gruppo dirigente del Pd comincia a mettere in campo le iniziative per il Sì al referendum confermativo di ottobre.

La data individuata per l’inizio della campagna è quella del 21 maggio, quando tutti i dirigenti e parlamentari del Pd, a cominciare da Matteo Renzi, saranno nelle varie città italiane ai famosi “banchetti” (o “banchini”, come li chiama il premier) dove si raccoglieranno le firme per l’indizione del referendum e si terranno iniziative con i cittadini sul merito della riforma costituzionale. Ed ancora è in questa giornata che nasceranno molti Comitati per il Sì che si affiancheranno a quelli che già esistono.

Comitati per il Sì ai quali il Pd annette molta importanza (il segretario aveva parlato di 10mila comitati) perché consentirebbero di allargare il campo delle forze per il Sì al referendum senza peraltro – Renzi lo ha ribadito ieri – che essi “preludano a qualcos’altro”, fugando i dubbi della sinistra interna che vi legge un embrione di “Partito della Nazione”. Comitati numericamente anche “piccoli”, sui posti di lavoro, nelle case, ovunque sia possibile.

Nelle intenzioni del segretario-premier, espresse ieri in Direzione con forza, alla giornata parteciperanno tutti i dirigenti, di maggioranza e minoranza, ministri e parlamentari.

E dunque Renzi sarà in una o più città del nord (ancora non si sa quale), Maria Elena Boschi in Emilia, Luca Lotti in Sardegna e così via. Ognuno dei dirigenti e parlamentari verranno “assegnati” a una città in modo da rendere l‘”R-day” capillare e il più esteso possibile.

La campagna durerà praticamente 5 mesi e conoscerà un momento importante nelle Feste dell’Unità di questa estate, alle quali si darà come sottotitolo “L’Italia che dice Sì”, come suggerito ieri in Direzione dal segretario regionale dell’Emilia Paolo Calvano: un’idea subito condivisa da Renzi.

Vedi anche

Altri articoli